Castelmola
Castelmola

La nuova legislatura del Comune di Castelmola, iniziata con le elezioni amministrative dello scorso 11 giugno, riparte esattamente da dove era terminata: nelle ore di Ferragosto da Palermo è, infatti, arrivato un altro finanziamento che va a rimpinguare la quota record degli oltre 30 milioni di euro di fondi ottenuti dalla casa municipale tra il 2012 e i primi mesi del 2017 nella prima sindacatura dell’attuale, riconfermato, primo cittadino Orlando Russo. Stavolta l’Amministrazione del sindaco Russo ha ottenuto il via libera dell’Assessorato regionale all’Energia ed i Servizi di Pubblica Utilità – Dipartimento Acqua e Rifiuti per un progetto relativo all’intervento di messa in sicurezza di emergenza dell’ex discarica di Rsu di contrada Mendicino. Si tratta di un intervento strategico di bonifica per un importo complessivo pari a 268 mila 471, 60 euro, di cui 173 mila 787,53 euro per lavori e 94 mila 684,07 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione. Il finanziamento ricadrà nel bilancio del Dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti denominato “Contributo agli investimenti per le amministrazioni locali per la realizzazione di progetti finanziati con le risorse del fondo di sviluppo e coesione 2014-2020. Patto per il Sud”.

Tutela del territorio. «Con questo finanziamento – spiega Russo – potremo mettere in sicurezza un’altra parte del nostro territorio e in questo modo modo stiamo proseguendo un’azione di tutela ambientale avviata nella primavera 2012 e le cui iniziative, i relativi progetti presentati a Palermo, sono state valutate positivamente dagli uffici preposti e hanno ottenuto fondi molto importanti dalla Regione». Castelmola sta ora predisponendo una serie di progetti ulteriormente mirati a cercare di salvaguardare il borgo turistico, nelle sue aree che versano in condizioni critiche, in vista del ritorno delle piogge. In prospettiva fanno paura anche i danni che potrebbero verificarsi a seguito degli effetti del disboscamento di diverse aree, causato dagli incendi estivi.

© Riproduzione Riservata

Commenti