Salvo Cilona, assessore al Turismo e al Bilancio di Taormina
Salvo Cilona, assessore al Turismo e al Bilancio di Taormina

«Non si comprende per quale motivo e su quali presupposti la Regione ha inviato un commissario ad Acta per il bilancio del Comune di Taormina. Non vorremmo che fosse, in realtà, una manovra elettorale visto che si avvicinano le Regionali. Di certo è un provvedimento fondato sul nulla». Lo afferma l’assessore al Bilancio del Comune di Taormina, Salvo Cilona, che così replica alla decisione della Regione che ha inviato un Commissario ad Acta in 20 Comuni della zona ionica, destinatari di apposito decreto regionale per la mancata approvazione del Bilancio di previsione la cui scadenza era fissata al 30 giugno. Tra gli enti locali inadempienti c’è anche il Comune di Taormina, dove è stato nominato Giuseppe Petralia, a sua volta incaricato anche per il Francavilla di Sicilia.

Le difficoltà. «Sull’argomento – afferma Cilona – voglio sostenere la tesi del sindaco di Castelmola, Orlando Russo, che evidenzia anche lui quanto sia difficile approvare un bilancio quando ormai nemmeno si conoscono le risorse che lo Stato e la Regione trasferiranno poi ai Comuni. Vorrei comunque ricordare a qualche “tuttologo” che la notte prega per far sì che il nostro Comune fallisca, che questo non avverrà mai e che il Comune di Taormina non può approvare al momento il bilancio soltanto perché a giugno il revisore unico dei conti ha presentato le dimissioni. Con la nuova normativa il Comune dovrà dotarsi di un collegio di tre membri, ciò significa che il Comune ha dovuto attivare la procedura per un bando di gara con il quale dovranno sorteggiare i tre nomi e tale comunicazione è stata inviata alla Regione, all’Assessorato agli Enti locali».

Revisore dimissionario. «Non si comprende, quindi – conclude Cilona -, come mai la Regione abbia inviato un Commissario per esitare il bilancio quando al momento l’ente è impossibilitato a farlo in quanto al momento non sono stati individuati i tre revisori che verranno sorteggiati il 21 agosto. I revisori dovranno poi avere il tempo di visionare gli atti. Il bilancio verrà approvato nei tempi e nei modi necessari. Il bilancio è pronto, siamo sereni e verrà approvati con i numeri necessari. È il Consiglio comunale ad approvare i bilancio, non esistono commissari che tolgono le castagne dal fuoco. I conti del Comune di Taormina sono in regola».

© Riproduzione Riservata

Commenti