Incendio a Letojanni
Incendio a Letojanni

I Carabinieri di Taormina indagano sul rogo che venerdì scorso ha devastato il costone roccioso di contrada Gallinella minacciando da vicino gli hotel Olimpo e Antares, all’interno dei quali si trovavano 900 ospiti e 180 dipendenti delle strutture. C’è stretto riserbo tra i militari dell’Arma ma la pista sulla quale si starebbe concentrando la Compagnia dei Cc, diretta dal Comandante Arcangelo Maiello, è quella di un rogo probabilmente appiccato ancora una volta da un piromane. Anche il sindaco Alessandro Costa, che ha seguito da vicino le fasi dell’incendio e la lunga battaglia contro le fiamme ingaggiata dai Vigili del Fuoco – coadiuvati dalla Forestale, dalla Protezione Civile e da Radio Valle Alcantara Taormina e da alcuni volontari – non ha fatto mistero della sua rabbia su quello che pare sia stata l’ennesima azione di scempio ambientale da parte di qualche malintenzionato. «È chiaro che il sospetto che possa essersi trattato di un piromane è forte – afferma il sindaco Costa -. Abbiamo vissute momenti di grande apprensione, con la momentanea evacuazione dei due alberghi Olimpo e Antares, e va davvero fatto un ringraziamento a tutti coloro che hanno effettuato le attività di soccorso, evitando danni ancora più gravi. Abbiamo piena fiducia nell’operato delle Forze dell’Ordine e ci auguriamo si possa far luce quanto prima su questi fatti». I Carabinieri hanno seguito anche loro da vicino l’incendio di contrada Gallinella e starebbero adesso provando a stringere il cerchio sui soggetti che potrebbero essersi resi colpevoli di quanto avvenuto.

Piromane seriale? Tra l’altro, nei costoni di Letojanni, in zone non distanti da quella interessata dall’incendio di venerdì scorso, in questa stagione estiva si sono verificati altri incendi anche nelle scorse settimane. E allora non si esclude che l’anello di congiunzione tra tutti questi eventi possa essere qualche piromane che forse ha agito in modo seriale, ripetendo cioè tali azioni scriteriate l’una dopo l’altra. Nella recente circostanza, l’incendio delle scorse ore si è arrampicato sino alla zona piscina dell’Hotel Olimpo creando alcuni danni, bruciando alcuni lettini e provvidenziale è stato l’impegno dei dipendenti della struttura che in modo coraggioso si sono opposti alle fiamme con alcuni idranti in attesa dell’arrivo dei soccorsi e del canadair che ha contribuito in modo determinante alla risoluzione positiva dell’emergenza. Per alcune ore i 900 clienti dei due alberghi sono stati evacuati e hanno atteso con apprensione che venisse spento l’incendio, e sono poi rientrati regolarmente in albergo ma la paura è stata tanta e si è sfiorata la tragedia. I Carabinieri hanno eseguito i rilievi nell’ampia zona interessata dalle fiamme e starebbero valutando alcuni elementi dai quali poter risalire all’autore o gli autori di questi drammatici fatti.
Area degli allegati

© Riproduzione Riservata

Commenti