Guardia di Finanza Compagnia di Taormina
Guardia di Finanza Compagnia di Taormina

Facevano rifornimento di carburante e poi presentavano alle rispettive aziende costi “gonfiati” sulle spese effettivamente sostenute. Con l’accusa di truffa ai danni dello Stato sono cosi risultati destinatari di 11 ordinanze di custodia cautelare alcuni dipendenti di Messinambiente e dell’Ato 4, nonché di due distributori di carburante. L’operazione è stata effettuata dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Taormina. I finanzieri sovrintesi dal Comandante Alberto Bazzoffi hanno svolto un’accurata indagine, a conclusione della quale si è arrivati ad appurare quanto avveniva e la relativa ipotesi di reato che, come detto, è quella di truffa ai danni dello Stato.

Le ordinanze. L’indagine della GdF ha portato all’emissione di provvedimento per tre soggetti di arresto ai domiciliari, mentre per sette soggetti è stata applicata la misura dell’obbligo di firma e di dimora. Ulteriori accertamenti da parte delle Fiamme Gialle sarebbero ancora in corso nell’ambito dell’indagine in questione.

© Riproduzione Riservata

Commenti