«Non era nostra intenzione creare disagi agli alunni e alle famiglie». L’assessore al Bilancio e alle Finanze del Comune di Taormina, Salvo Cilona, interviene in consiglio comunale sulla problematica che sta surriscaldando l’estate taorminese: trovare un plesso scolastico idoneo prima dell’inizio delle lezioni. «Noi ce la stiamo mettendo tutta – continua Cilona – il primo passo è prendere in affitto l’ex sede delle Suore Francescane Missionarie di Maria ma nello stesso tempo stiamo cercando di trovare altre soluzioni». Il percorso tracciato è quello di iniziare le lezioni alla scuole media Ugo Foscolo, con la sospensione dei lavori previsti, per poi spostare i ragazzi nella ex sede delle Suore. «Comprendo la vostra insoddisfazione – afferma l’assessore Cilona rivolgendosi ai genitori presenti in aula – e probabilmente posto vostro mi sarei comportato allo stesso modo ma vi chiedo ancora un po’ di pazienza».

Lavorare in sinergia. «Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione – continua Cilona – lo scontro non ci porta da nessuna parte. Spero anche nel sostegno della preside che sta portando avanti delle iniziative per iniziare l’anno scolastico nel migliore dei modi ed è quello che vogliamo tutti». La dirigente del Comprensivo 1, Carla Santoro, nelle scorse ore ha inviato una lettera al Ministro dell’Istruzione per presentare i problemi delle scuole taorminesi. «Lavorando tutti insieme possiamo raggiungere il traguardo che è quello di trovare – continua Cilona – una soluzione definitiva alla problematica delle scuole taorminesi». L’assessore al Bilancio e alle Finanze, Salvo Cilona, si sofferma infine sulla delicata situazione economica dell’ente: «Il Comune di Taormina negli anni passati non ha attraversato momenti felici dal punto di vista finanziario ma oggi con tanti sacrifici fatti da parte della cittadinanza, degli operatori economici e dell’amministrazione stiamo cominciando a risalire risalendo la china questo ci consentirà in futuro di affrontare anche con i nostri fondi di bilancio eventuali interventi riguardanti le scuole cittadine»

© Riproduzione Riservata

Commenti