Orlando Russo, il sindaco di Castelmola
Orlando Russo, il sindaco di Castelmola

L’Unione dei Comuni di Giardini Naxos-Taormina dà il via libera al sindaco di Castelmola, Orlando Russo per andare avanti nell’iter già avviato che punta alla realizzazione del sistema di trasporto comprensoriale mediante la realizzazione di funivie. Nel corso di un’apposita riunione svoltasi nella settimana appena trascorsa è stato dato il placet sostanziale al primo cittadino di Castelmola per la prosecuzione del percorso intrapreso sull’opera che riguarderebbe oltre al borgo turistico anche i Comuni di Giardini, Taormina e Letojanni. Russo si sta avvalendo del supporto del Dipartimento di Architettura dell’Università di Catania e per le prossime ore è stato fissato adesso un apposito vertice operativo. «Martedì avremo una riunione operativa – spiega il sindaco di Castelmola – con il prof. Maurizio Spina, docente del Dipartimento di Architettura dell’Università di Catania, che sta seguendo da vicino e con attenzione la predisposizione del progetto. Ci incontreremo proprio presso la sede dell’Unione dei Comuni a Giardini. L’iter sta andando avanti e siamo convinti che quanto prima si potrà ultimare la stesura del progetto da sottoporre all’attenzione dei Comuni». L’Unione dei Comuni è l’ambito nel quale dovrebbe essere formalizzata la richiesta di circa 20 milioni che verrebbero chiesti alla Comunità europea.

L’ottimismo di Russo. «I fondi si possono reperire, siamo molto fiduciosi su questo», ribadisce Russo, che intanto nelle scorse ore è stato rieletto nel Consiglio Direttivo Regionale dell’Anci. L’iniziativa delle funivia comprensoriali potrebbe comunque passare dal Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), dove nel lontano 2005 Taormina aveva ottenuto il finanziamento per le funivie Taormina-Trappitello-Mazzeo poi clamorosamente rimandato indietro dal Consiglio comunale a seguito di delibera consiliare che aveva bocciato il progetto. Proprio la posizione di Taormina al momento è quella più cauta e il sindaco Eligio Giardina, prima di sbilanciarsi, attende l’elaborazione conclusiva del progetto. Giardini e Letojanni, con i rispettivi sindaci Nello Lo Turco e Alessandro Costa, si sono già dette ampiamente favorevoli all’ipotesi progettuale. Le funivie si collegherebbero a Giardini all’altezza della stazione ferroviaria, mentre sull’altro versante interesserebbe la frazione taorminese di Mazzeo e la cittadina di Letojanni.

© Riproduzione Riservata

Commenti