«Non è più tempo di parole e dichiarazioni, l’Amministrazione deve svegliarsi e risolvere l’emergenza scuola». Lo afferma la consigliera di opposizione, Alessandra Caltabiano che invita i vertici di Palazzo dei Giurati ad attivarsi per porre rimedio alla situazione di impasse sul Comprensivo 1 che ancora non sa dove potrà iniziare l’anno scolastico. «La dirigente del Comprensivo 1, Carla Santoro – afferma Caltabiano – ha sollecitato più volte l’Amministrazione ed è stata anche costretta a dichiarare che “in Comune si parla di aule scolastiche come fossero un B&B e non comunicano nulla alla dirigenza della scuola, continuano a fare dichiarazioni senza risolvere i problemi, a questo punto scriverò al Ministero dell’Istruzione”. Ciò vuol dire che la situazione è gravissima e occorre dare una risposta seria ai problemi della scuola. Nessun Amministratore può permettersi di arrivare all’avvio dell’anno scolastico senza dare certezza sul plesso in cui gli studenti potranno iniziare l’anno scolastico».

Svegliarsi dal torpore. «C’è troppa superficialità ed è anche assurdo sentir dire che i lavori alla “Ugo Foscolo” verranno fermati al 15 agosto – continua Caltabiano -. Ancora più incredibile è sapere che a Trappitello l’anno scolastico inizierà senza neppure i banchi e l’altra cosa incomprensibile è che ancora una volta non ci sarà la mensa. Bisogna svegliarsi e trovare subito delle soluzioni, non è più possibile che si arrivi ad un mese dall’inizio della scuola in queste condizioni. Non si può girovagare per Taormina alla ricerca di qualche aula. Una buona città, una buona Amministrazione, un buon paese che fa turismo parte dall’Istruzione e dai nostri ragazzi».

© Riproduzione Riservata

Commenti