Il consigliere del Pd, Carmelo Valentino attacca i vertici della casa municipale sulla questione scuole a Taormina e si dichiara “deluso” dalle risposte date dagli amministratori in Consiglio comunale. «Si è tentato di arrampicarsi con le mani fatte di sapone sugli specchi – afferma Valentino – ma questa Amministrazione è in piena confusione e ci sono assessori che si occupano di tutto. Ho ascoltato spiegazioni generalizzate e superficiali che non hanno convinto nessuno. Noi da anni chiediamo quale fosse la situazione e ad agosto i risultati sono sono sotto gli occhi di tutti. Forse c’è una incapacità congenita nell’affrontare determinati tipi di problemi. La scuola inizierà nelle condizioni in cui è finita, se non peggio: questa è la realtà che bisogna dire ai genitori in modo onesto e veritiero».

Tempistica sbagliata. «Si doveva aspettare il 16 giugno, anziché muoversi il 16 gennaio – aggiunge Valentino -, per fare un sopralluogo dalle Suore e verificare che quell’edificio forse ha qualche criticità? Ci si può preoccupare di reperire 40 mila euro di fronte ad un problema così importante? La scuola apre l’11 settembre e l’affidamento dei lavori si fa l’1 luglio? Io sono deluso su tutto, si poteva fare qualcosa e non è stata fatta».

© Riproduzione Riservata

Commenti