L'intervento dei medici e dell'ambulanza per portare i soccorsi all'uomo
L'intervento dei medici e dell'ambulanza per portare i soccorsi all'uomo

Un 52enne di Taormina, D.C.F., ha riportato ferite giudicate guaribili in 40 giorni a seguito di un incidente autonomo avvenuto in centro storico a Taormina, lungo la salita che da Porta Messina conduce all’incrocio tra le vie Timeo e Cappuccini. L’uomo stava percorrendo in motocicletta il citato tratto di strada, quando a quanto pare all’improvviso ha perso il controllo del mezzo finendo rovinosamente a terra. Sul posto si sono portati subito numerosi passanti ed in particolare giovani che si trovavano a quell’ora per le strade di Taormina e hanno cercato di sincerarsi delle condizioni dell’uomo rimasto per alcuni minuti al suolo. Si sono vissuti momenti di grande apprensione mentre D.C.F. attendeva a terra, immobile, i soccorsi. Nel mentre è stata bloccata la circolazione veicolare, per i mezzi che percorrevano il tratto interessato dall’incidente.

I primi soccorsi. L’arrivo dell’ambulanza è stato preceduto dalla tempestiva e preziosa presenza in zona del dott. Francesco Spadaro, medico chirurgo presso l’ospedale San Vincenzo, e del dott. Tonino Smedile, ex medico del presidio ospedaliero di Taormina, che hanno prestato i primi soccorsi all’uomo. Poi è subito giunta sul luogo l’ambulanza del 118 che ha trasportato il ferito in ospedale. Al 52enne è stato riscontrato un politrauma con frattura ad una gamba e un trauma toracico addominale. Per lui, come detto, 40 giorni di prognosi ma si potrà riprendere e superare gli effetti dell’incidente.

© Riproduzione Riservata

Commenti