La Polizia municipale di Taormina con il materiale sequestrato durante il blitz all'Isola Bella
La Polizia municipale di Taormina con il materiale sequestrato durante il blitz all'Isola Bella

Blitz anti-ambulantato abusivo a Isola Bella, dove ieri mattina sono entrati in azione congiuntamente gli agenti della Polizia municipale di Taormina e gli uomini della Guardia Costiera di Giardini Naxos. Nel corso dell’operazione sono stati effettuati tre sequestri di ingente materiale ai danni di venditori non autorizzati, di cittadinanza extracomunitaria, che esercitavano in particolare lungo la scalinata che porta alla Riserva Naturale Orientata. Al termine del blitz sono stati portati via ben sette sacchi pieni di roba sequestrata agli ambulanti abusivi. Il servizio congiunto ha consentito il rinvenimento di ombrelloni, cappelli, bracciali, cinture, scarpe ed oggetti di vario genere che venivano venduti nel punto di ingresso all’oasi naturale, frequentata soprattutto di questi tempi da numerosi avventori che a tutte le ore del giorno si recano in spiaggia. L’operazione ha colto di sorpresa i venditori che non sono riusciti a mettersi in fuga e ad occultare la merce, come in questi casi spesso avviene.

Il gran bazar. La problematica dell’ambulantato abusivo caratterizza ormai da parecchi anni la zona di Isola Bella e di recente anche il responsabile del Gruppo Guide Sicilia Nord Orientale, il taorminese Eddy Tronchet, ha lamentato la presenza di un autentico “gran bazar”, un mercatino sui due lati della scalinata «con l’insolito spettacolo di abiti e quant’altro in mostra sui muretti o lungo le ringhiere, obliterando le piante e la vista panoramica della riserva». Adesso il blitz congiunto di Polizia municipale e Guardia Costiera rappresenta un segnale incoraggiante nella lotta, che rimane aperta, a questo fenomeno.

© Riproduzione Riservata

Commenti