Agostino Pappalardo, comandante Polizia Municipale e Commissario liquidatore Asm
Agostino Pappalardo, comandante Polizia Municipale e Commissario liquidatore Asm

Ad un passo ormai dal trasferimento a Reggio Calabria, si riapre clamorosamente la vicenda riguardante il passaggio del Comandante della Polizia municipale, Agostino Pappalardo dal Comune di Taormina alla Città dello Stretto. Il caso verrà discusso oggi in Consiglio comunale. La Giunta taorminese, con atto a firma del sindaco Eligio Giardina, ha dato la scorsa settimana il nulla osta all’operazione col passaggio del dirigente a comando per 6 mesi a Reggio. Ma, nelle ultime ore, la situazione si va completamente capovolgendo. Il primo a dare un segnale è stato lo stesso Pappalardo inviando una nota, con richiesta di direttive, al sindaco e al Consiglio comunale, circa la sua carica attuale di liquidatore Asm, nella quale ha precisato: «Allo stato attuale non è pervenuta nessuna comunicazione del Comune di Reggio Calabria». Pappalardo non è più convinto di andare a Reggio e avrebbe aperto alla possibile permanenza a Taormina, sulla quale per altro c’è il forte pressing del vicepresidente del Consiglio comunale, Vittorio Sabato.

Firma a malincuore. E Giardina, che di recente aveva definito “una firma a malincuore” la sua decisione di concedere il nulla osta, e che aveva anche evidenziato di sperare nel “ripensamento” in extremis da parte di Pappalardo, ora attende segnali definitivi dal protagonista della vicenda. «Va chiarito che Taormina in questa vicenda è l’ente che subisce – spiega Giardina -. Sta passando il messaggio che siamo noi quelli che promuoviamo questa iniziativa e non è così. C’è stata una richiesta da Reggio Calabria, non viceversa. Pappalardo ha tutto il diritto di valutare e decidere lui cosa fare. Ad ogni modo, anche atti alla mano, discuteremo e chiariremo tutto in Consiglio comunale, che è l’organo sovrano ad esprimere una valutazione politica definitiva sul caso». Lo scenario che si fa spazio, insomma, potrebbe essere quello di una decisione finale da parte di Pappalardo per una permanenza a Taormina. Ma in questa “telenovela” ancora nulla è scritto e tutto rimane possibile.

© Riproduzione Riservata

Commenti