Ospedale di Taormina
Ospedale di Taormina

L’annuncio ufficiale è imminente e potrebbe arrivare già in giornata, ma c’è la “fumata bianca” per la conferma del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica di Taormina. Dovrebbero essere definiti in queste ore gli ultimi dettagli, con le relative firme, per la nuova convenzione che consentirà la permanenze del Ccpm nell’attuale sede all’interno dell’ospedale San Vincenzo di contrada Sirina. Si prospetta l’entrata in vigore di una intesa di programma, intanto, a carattere annuale tra la Regione Siciliana, con l’impegno dell’Asp Messina, e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Gli adempimenti procedurali sono stati seguiti in prima persona dal direttore generale dell’Asp Messina, Gaetano Sirna, che ha sbloccato e risolto una situazione che sembrava essersi fatta complicata nei mesi scorsi e adesso approdata ad un punto di svolta. Nel quadro degli accordi in via di definizione c’è anche la formalizzazione degli accordi transattivi inerenti i termini economici della precedente convenzione, a suo tempo stipulata nel 2010.

L’iter al traguardo. La nuova convenzione, alla quale ha lavorato il dott. Sirna con il suo staff ha ottenuto il pieno avallo della presidente del Cda del Bambino Gesù di Roma, la dott.ssa Mariella Enoc, che già lo scorso novembre nel corso di una sua visita al “San Vincenzo” di Taormina e al Ccpm aveva dato un segnale inequivocabile di voler fare proseguire l’esperienza del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica a Taormina. E questa volontà forte ha portato alla svolta, coronando l’altrettanto forte determinazione dei genitori che attraverso il Comitato delle famiglie dei bambini ricoverati ed in cura al Ccpm si sono battuti per la permanenza della struttura a Taormina. I tempi per la sottoscrizione dei nuovi accordi e quindi della nuova convenzione erano ormai molto stretti anche perché la vecchia convenzione era stata sinora prorogata sino al 30 luglio. E in linea con i tempi la questione è stata risolta.

Polo dello Stretto. Gli accordi che verranno sottoscritti affiancheranno all’impegno della Regione Sicilia anche quello della Calabria, mentre una parte specifica dell’accordo concerne l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma e la Regione Siciliana. L’attesa che si era fatta estenuante, ad ogni modo, è finita: adesso possono sorridere i genitori dei piccoli ricoverati presso il centro taorminese di contrada Sirina ma anche gli addetti ai lavori che non sapevano quale futuro li attendeva. Taormina sarà un Polo specialistico dello Stretto e d’altronde a Taormina giungono molto spesso diverse bambini provenienti proprio dalla Calabria, le cui famiglie si affidano alle abili mano dell’equipe medica del Ccpm di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti