Agostino Pappalardo, comandante Polizia Municipale e Commissario liquidatore Asm
Agostino Pappalardo, comandante Polizia Municipale e Commissario liquidatore Asm

È ufficiale il trasferimento del Comandante della Polizia municipale di Taormina, Agostino Pappalardo, a Reggio Calabria. Il provvedimento è stato firmato nella giornata di mercoledì scorso dal sindaco Eligio Giardina. «Ho firmato il nulla osta per rendere operativo il trasferimento del Comandante Pappalardo, come da lui richiesto e come da suo desiderio. Avevo rimandato sinora la formalizzazione dell’atto, prima per il G7 e poi auspicando un suo ripensamento ma così non è stato. Era giusto firmare e l’ho fatto, anche perché in questi giorni mi ha confermato la sua volontà di fare questa esperienza in Calabria. Quindi a malincuore ho definito la procedura. Andrà via per 6 mesi e poi si deciderà in via definitiva. Io, personalmente, spero che possa tornare qui dove ha fatto bene in questi anni sia al Comando della Polizia municipale che poi come liquidatore di Asm. Non lo considero un addio, è un arrivederci». Il provvedimento firmato dal sindaco Giardina avrà decorrenza immediata, dal 1 agosto.

Partenza immediata. «Se il Comune di Reggio ha le carte in regola si potrà procedere subito – spiega Giardina -. Ho parlato con il collega sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà e si sta già muovendo in queste ore per definire gli adempimenti che riguardano la loro parte. Noi abbiamo fatto quello che andava predisposto». Già dalla prossima settimana potrebbe esserci la partenza del Comandante Pappalardo con direzione Reggio Calabria e l’insediamento nella Città dello Stretto. La partenza di Pappalardo aprirà un vuoto alla guida del Comando della Pm di Taormina, dalla quale per altro a fine agosto andrà via per trasferirsi a Milano il vicecomandante Rosario Marra. E al posto di Marra, a sua volta, arriverà il vicecommissario Daniele Lo Presti, uomo di punta della Polizia locale a Milano, distintosi in terra lombarda per i numeri record conseguiti nella caccia ai ladri e soprattutto nell’ambito della squadra di contrasto al furto di biciclette in un territorio dove ne vengono rubate oltre 18 mila ogni anno.

Rebus Asm. E a Taormina si apre anche una nuova stagione di incertezza anche per l’Azienda Servizi Municipalizzati, che dall’ottobre 2014 era stata sinora guidata da Pappalardo, con una fase di risanamento dei conti che ha portato Asm ad un attivo di cassa di circa Un milione e mezzo di euro. Anche qui bisognerà adesso vedere chi andrà a prendere il ruolo di liquidatore e se la scelta aprirà una ennesima stagione di contesa politica, dopo tre anni in cui le tensioni si erano per lo più “sopite”.

© Riproduzione Riservata

Commenti