Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Il sindaco Eligio Giardina

«Il nuovo anno scolastico inizierà regolarmente, ci sono dei problemi e delle difficoltà che stiamo cercando di affrontare con l’obiettivo di trovare, in qualsiasi caso, una soluzione. Vogliamo evitare i doppi turni e stiamo pensando ad alcuni edifici che siano pronti da subito ad accogliere subito, a settembre, i ragazzi». Così il sindaco Eligio Giardina interviene sulla situazione sempre più incerta del nuovo anno scolastico per gli studenti delle scuole di Taormina centro, che non sanno ancora in quale plesso potranno fare lezione. Cresce la preoccupazione dei genitori perché la scuola media “Ugo Foscolo”, sede dal 2004 anche delle elementari, è in attesa di lavori di messa a norma più volte rimandati e poi calendarizzati per inizio luglio ma non ancora avviati, e la nuova sede individuata per le due scuole nell’ex sede delle Suore Francescane necessita di opere di adeguamento sismico e propedeutiche all’agibilità per circa 100 mila euro, che richiederebbero circa due mesi di tempo tra procedure di gara ed esecuzione degli interventi. E allora si fa avanti un’altra ipotesi a sorpresa, che viene annunciata proprio dal sindaco e porta ad un altro istituto religioso della città.

L’ipotesi Suore Antoniane. «Nelle prossime ore – spiega Giardina – il vicesindaco Andrea Raneri effettuerà un sopralluogo in un plesso che potrebbe rappresentare una soluzione per affrontare almeno nell’immediato il problema e mi riferisco alla sede dell’ex Liceo Linguistico Ferdinand De Saussure a Taormina, cioè gli attuali locali delle Suore Antoniane – Figlie del Divino Zelo. Ovviamente occorrerebbe la loro disponibilità in primis e capire quali sarebbero gli spazi a disposizione. A noi servono 18 aule in tutto, quelle cioè per le elementari e per le medie dell’Istituto Comprensivo 1. Se non dovesse essere possibile collocarli in un’unica struttura, andranno in due sedi differenti e valuteremo altre soluzioni. Abbiamo affrontato il caso in una una riunione di Giunta e indubbiamente bisognerà fare in fretta perché si avvicina il mese di settembre. Valuteremo anche altri immobili, ed in particolare anche tra quelli di proprietà comunale. Ho chiesto agli uffici di sollecitare la direzione dei lavori ad affrettare le opere di messa a norma della Scuola “Foscolo”, che sarebbero dovute iniziare il 1 luglio e, come già spiegato dall’assessore Carella, saranno un po’ più lunghi i tempi per la disponibilità della ex sede delle Suore Francescane Missionarie di Maria. A tal proposito ribadiamo che quest’ultima sede rimane importante in ottica più ampia, anche in vista del futuro, ma per problemi che non dipendono dalla nostra volontà, non si arriverà a disporne a settembre perché bisogna fare dei lavori di sistemazione della struttura».

© Riproduzione Riservata

Commenti