Antonella Labisi, Giovanni Coco ed Eligio Giardina
Casa di riposo di Taormina. Antonella Labisi, Giovanni Coco ed Eligio Giardina

Odissea terminata per gli anziani della Casa di riposo “Carlo Zuccaro” di Taormina. Si è infatti finalmente concretizzato l’atteso rientro a casa, a sei mesi di distanza dal trasferimento all’Oasi S.Antonio di Furci avvenuto a seguito della chiusura della struttura per carenze strutturali ed igienico-sanitarie. Ad attendere gli anziani al loro rientro c’era il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, il dirigente comunale Giovanni Coco, Antonietta Labisi, presidente di “Villa Erminia Srl”, nuovo ente gestore della struttura, e la taorminese Francesca Buciunì che ricoprirà la funzione di direttore del centro. Per i dieci anziani dunque finisce un momento di sofferenza e di tristezza che li ha visti lontani da casa e dai propri affetti, vissuti con la speranza di poter fare ritorno al più presto nella loro città e di potersi riavvicinare ai propri parenti. Oltre agli anziani taorminesi, si troveranno nella Casa di Riposo “Zuccaro” di Taormina anche altri anziani provenienti da altre località siciliane nel contesto di una struttura che dovrebbe complessivamente accogliere a partire dai prossimi giorni circa 30 ospiti. La riapertura ufficiale del centro dovrebbe avvenire nei prossimi giorni con un’apposita cerimonia che potrà rappresentare un momento di festa per gli anziani alla presenza della comunità locale.

Struttura ok. Nei giorni scorsi il vicesindaco ed assessore ai Servizi Sociali, Andrea Raneri, aveva dato l’ok al trasporto degli anziani taorminesi dal ricovero di Furci alla Casa di riposo di Taormina e nelle scorse ore è avvenuto il ritorno a casa, lontano dai riflettori ma con la gioia di un momento speciale. E con il rientro degli anziani inizia anche la nuova gestione della struttura, affidata dal Comune alla società Villa Erminia di Pedara, che in questi mesi si è attivata per porre rimedio alle varie criticità in atto nella struttura e per metterla a norma. «Villa Erminia Srl, società concessionaria dell’immobile – ha confermato il vicesindaco Raneri – è in possesso di tutta la documentazione richiesta dall’Ufficio Tecnico Comunale inerente le opere e gli impianti esistenti nella struttura, oggetto della concessione».

I lavori eseguiti. Tra i vari adempimenti si è inteso procedere all’adeguamento dell’impiantistica, la ripulitura e tinteggiatura di alcuni ambienti, la riqualificazione degli spazi destinati ad accogliere da queste ore gli anziani. Adesso l’auspicio è che possa davvero iniziare un nuovo periodo di serenità per gli anziani taorminesi che hanno dovuto patire mesi difficili e hanno sofferto in prima persona per le vicende che hanno riguardato la Casa di riposo e che ne avevano poi portato anche alla chiusura. L’aspettativa è che la permanenza nella sede taorminese possa ripartire sotto i migliori auspici, tenendo soprattutto conto che gli anziani hanno bisogno di sentire l’affetto e la vicinanza dei loro cari e della loro comunità, un qualcosa che vale più di qualsiasi medicina per farli stare bene.

© Riproduzione Riservata

Commenti