La cassa del parcheggio di Porta Catania da dove avverrà il controllo del dissuasore
La cassa del parcheggio di Porta Catania da dove avverrà il controllo del dissuasore

Sarà con molta probabilità Asm, attraverso il cassiere di turno del parcheggio di Porta Catania (dotato di apposite telecamere di videosorveglianza), a gestire il servizio di apertura dei dissuasori e delle sbarre che costituiranno il piano viabilità anti-terrorismo prossimo all’attivazione a Taormina. Si tratta della sbarra in Via Timeo (già esistente), quella da posizionare in Via Crocefisso (accanto alla galleria Kitson) e i due paletti cilindrici che verranno collocati rispettivamente all’Arco di Porta Catania e Porta Messina. Stando all’iter che sta definendo la casa municipale e che intende prevenire e scongiurare episodi analoghi a quelli accaduti con i camion kamikaze in Francia, Germania e Inghilterra, sarà, come detto, Asm a controllare le situazioni quotidiane e le richieste di apertura dei varchi con specifico riferimento soprattutto ai paletti di Porta Catania e Porta Messina.

Il paletto che verrà posizionato ai due ingressi del Corso Umberto si potrà abbassare in caso di necessità particolari come quello del transito di ambulanze e mezzi di soccorso. Massima libertà d’azione, ovviamente, dovrà essere garantita alle Forze dell’Ordine che, invece, verranno dotate di telecomando in modo da muoversi rapidamente per l’effettuazione dei servizi sul territorio. Bisognerà poi definire altre situazioni come quelle dei tassisti, che esercitano un servizio pubblico e necessitano anche loro di poter transitare dal “salotto” della città. Per il resto l’obiettivo sarà quello di limitare sensibilmente i flussi, andando di riflesso a porre in essere quello che potrà essere un anticipo di piano della Ztl (Zona a traffico limitato) in centro storico al fine di stoppare i non residenti che spesso accedono al centro storico e determinando momenti di caoticità con la ricerca di parcheggio in zona.

Confronto con le attività produttive. L’assessore alla Viabilità, Salvo Cilona potrebbe effettuare nei prossimi giorni un incontro con le categorie produttive, ed in particolare con i commercianti e gli albergatori, per illustrare quanto intende porre in essere l’Amministrazione. Palazzo dei Giurati ha stanziato con apposita delibera dei giorni scorsi 25 mila euro per le strutture in questione, sbarre e dissuasori, e ora si tratta di installarle e porle in funzione. «Cercheremo di farlo al più presto», afferma Cilona, tenendo anche conto che l’estate è già in corso e il tutto potrebbe essere attivato a partire da agosto, mese in cui tradizionalmente Taormina fa registrare il gran pienone in città.

© Riproduzione Riservata

Commenti