Bus turistico sulla Rotabile Castelmola
Bus turistico sulla Rotabile Castelmola

È stata discusso nelle scorse ore al Tar di Catania, in apposita udienza, il ricorso presentato dal Comune di Castelmola nei confronti della Regione Siciliana, e di riflesso inerente la Città di Taormina, per le limitazioni al transito dei bus turistici nel territorio del borgo turistico. Su tratta di una questione particolarmente sentita. «In settimana entrante avremo l’esito del ricorso e sapremo come sarà andata. Siamo cautamente ottimisti sulla possibilità che la nostra istanza venga accolta dal tribunale», ha detto il sindaco di Castelmola, Orlando Russo a seguito dell’udienza di cui adesso si attende, come detto, il verdetto.

Braccio di ferro tra Castelmola e Taormina. Taormina ha richiesto, come si sa, una sostanziale limitazione dei flussi di bus scoperti nel proprio territorio ritenendo sussista un problema di viabilità e di vivibilità del centro storico ma tale riduzione delle corse, a detta del sindaco di Castelmola, Russo, rischia di determinare ripercussioni negative sui flussi turistici ed economici a Castelmola. Una limitazione dei bus in arrivo a Castelmola e una riduzione dei passaggi nel centro storico di Taormina, in piazza San Pancrazio, dove si è inteso non far passare più i bus turistici va, insomma, a penalizzare il borgo turistico. In particolare Castelmola ha chiesto nel ricorso al Tar che venga interdetto il passaggio in Via Kitson (Taormina), ritenuta pericolosa e inadatta al transito dei mezzi pesanti. E da li che vengono fatti salire al momento verso Castelmola i bus scoperti.

Tagli inaccettabili. Secondo Castelmola si sarebbe determinata una «drastica ed inaccettabile» riduzione delle corse con bus per Castelmola dalle 57 delle scorse anno sino a 12, anche se sono poi risalite di recente a 24. Si tratta di una sorta di braccio di ferro tra Castelmola e Taormina, con quest’ultima che ha anche minacciato di ritirare i pass riservati nel territorio di Taormina i residenti di Castelmola, che sinora possono sostare gratuitamente nella Perla. Si va verso un bivio cruciale per il futuro dell’Hop-On – Hop-Off, segmento turistico cresciuto nel corso degli anni e sul quale Castelmola vuole lo stop al passaggio in galleria per ridare slancio all’attività dei bus scoperti e di conseguenza ai riflessi turistici che porta sul territorio.

© Riproduzione Riservata

Commenti