Casa di Riposo
Casa di Riposo

Tornano a casa i 10 anziani della Casa di riposo di Taormina che a gennaio erano stati trasferiti all’Oasi S. Antonio di Furci per l’avvenuta chiusura della struttura disposta a seguito di un sopralluogo della Regione e dell’Asp Messina che aveva ravvisato carenze strutturali ed igienico-sanitari nell’ambito dell’allora ente gestore. La Casa di Riposo di Taormina è vicina alla riapertura, in agenda nei prossimi giorni, e la casa municipale con apposita delibera, proposta dal vicesindaco ed assessore ai Servizi Sociali, Andrea Raneri, ha disposto l’ok al trasporto dei 10 anziani per mezzo di apposite attrezzature sanitarie, dall’attuale ricovero a Furci alla Casa di riposo “Carlo Zuccaro” di Taormina. «Villa Erminia Srl, società concessionaria dell’immobile – spiega Raneri – è in possesso di tutta la documentazione richiesta dall’Ufficio Tecnico Comunale inerente le opere e gli impianti esistenti nella struttura, oggetto della concessione, ed è quindi disponibile ad accogliere i dieci anziani che erano stati trasferiti presso l’Oasi di Sant’Antonio a Furci». Villa Erminia ha portato a termine in modo ottimale i lavori di sistemazione, messa a norma e ammodernamento della struttura e, tra i vari adempimenti richiesti, ha effettuato l’adeguamento dell’impiantistica, la ripulitura e tinteggiatura di alcuni ambienti, la riqualificazione degli spazi che dovranno riaccogliere gli anziani.

Ultimi sopralluoghi. La presidente di “Villa Erminia” Antonietta Labisi ha effettuato una serie di sopralluoghi nella struttura, anche nelle scorse ore, in vista dell’imminente riapertura e sta preparando la riattivazione della Casa di riposo, in sinergia con la taorminese Francesca Buciunì (presidente di Avulss Taormina e presidente dell’associazione Noi disabili Taormina) che ricoprirà la funzione di direttore del centro. Oltre agli anziani taorminesi, si troveranno nella Casa di Riposo “Zuccaro” di Taormina anche altri anziani provenienti da altre località siciliane nel contesto di una struttura che dovrebbe complessivamente accogliere a partire dai prossimi giorni circa 30 ospiti. Il nuovo ente gestore si sta adoperando, oltre che per il ripristino della struttura, anche della possibile previsione di iniziative che siano in grado di rendere più serena e più lieta la permanenza degli anziani nel centro di contrada S. Antonio, ritenendo che l’elemento fondamentale per fare stare bene gli ospiti della Casa di riposo non sia soltanto la qualità dell’accoglienza ma anche il senso di vicinanza ed affetto da dare a queste persone nella loro permanenza quotidiana all’interno dell’immobile.

© Riproduzione Riservata

Commenti