Scala spiaggia di Mazzeo
Lo scalino di legno posizionato dai residenti di Mazzeo

Il Comune di Taormina non provvede e ci pensano i residenti di Mazzeo a rimuovere, o perlomeno limitare, il potenziale pericolo, per i bagnanti che accedono alla frequentatissima spiaggia della frazione attraverso la scala sita sotto la centralissima piazza Pablo Pino. Un gradino in legno è stato posizionato nella scala in ferro che infatti era sinora priva di un gradino, quello che consente alle persone di poggiare i piedi in modo sicuro sulla sabbia. Incredibile eppur vero, la casa municipale non ha inteso sistemare la scala, ritenendo che non sussistesse una effettiva situazione di pericolo e che la mancanza dello scalino fosse soltanto un problema dovuto all’abbassamento del livello della sabbia dopo le mareggiate invernali. Una interpretazione, questa, della vicenda alquanto singolare e dunque una risposta alla richiesta di intervento da parte dei residenti che ha fatto arrabbiare non poco proprio gli abitanti di Mazzeo.

Il paradosso della tassa. Al montaggio della scala, oltretutto, aveva dovuto provvedere in precedenza personalmente, col proprio impegno, un privato a proprie spese. Senza neppure l’installazione della scala non si sarebbe potuto accedere alla spiaggia dalla piazza centrale della frazione. Su questa e le tante altre piccole e grandi problematiche irrisolte della frazione, ad ogni modo, a suscitare il forte malcontento dei residenti e’ il fatto che il Comune di Taormina non riesca (o non voglia) mettere a disposizione neppure somme irrisorie a fronte della disponibilità di oltre 2 milioni di euro l’anno introitati dalla tassa di soggiorno.

© Riproduzione Riservata

Commenti