Nuove cabine della Funivia di Taormina
Le nuove cabine della funivia di Taormina

I numeri della funivia di Taormina a giugno e luglio fanno subito dimenticare le polemiche per la chiusura di quasi un mese che aveva interessato la funivia della località turistica a maggio. Le opere di sostituzione delle cabine vecchie con quelle nuove, da tempo programmate e poi scattate ad inizio maggio, avevano infatti creato non poche polemiche, tenendo conto che a questo periodo di inattività si è poi aggiunto la chiusura forzata dell’impianto funiviario a fine maggio in occasione delle giornate del G7. In quest’ultimo caso lo stop fu imposto per motivi di sicurezza tramite apposita ordinanza sindacale, come richiesto dalle autorità preposte alla sicurezza del territorio in occasione del vertice dei 7 grandi. A maggio nel 2016 vi erano stati in funivia 58 mila 665 passaggi, e quest’anno nello stesso mese a causa della lunga chiusura che ha interessato la quasi totalità del periodo si sono contati invece soltanto 24 mila 679 passaggi di utenti. A giugno si è poi avuto una impennata ed un sostanziale recupero di quanto si era perso in precedenza, visto che nel 2016 i passaggi erano stati 91 mila 055 mentre quest’anno sono stati 132 mila 143 persone. Stesso trend positivo nella prima decade di luglio, perché dal 1 luglio sino a ieri si sono contati nelle nuove vetture della funivia 79 mila 534 passaggi contro i 68 mila 328 del medesimo mese nel 2016.

Le nuove cabine. Nei primi cinquanta giorni di attività si è rivelata positiva e senza problemi l’attività quotidiana delle nuove cabine e dell’impianto, come monitorato dal direttore d’esercizio della funivia, l’ing. Sergio Sottile, che sta studiando anche l’opportunità di far apportare eventuali ulteriori migliorie in grado di ottimizzare il funzionamento dell’impianto stesso. Si tratta di un periodo di particolare stress, come da tradizione, per la funivia di Taormina, “cuore pulsante” del turismo della Perla dello Ionio.

© Riproduzione Riservata

Commenti