Sues 118 Taormina

Intuizione provvidenziale di un medico del Sues 118 di Taormina che nelle scorse ore ha salvato la vita ad una 70enne turista vicentina. Nelle scorse ore era giunta una segnalazione alla postazione 118 di Taormina per una emergenza traumatologica e recatisi sul posto, hanno soccorso la donna che in questo periodo si trova in vacanza nella seconda stazione turistica siciliana. L’equipe diretta dal dott. Salvo Montagna, nel corso della visita eseguita, ha avuto il dubbio che non si trattasse di un semplice malore e che potesse trattarsi di un qualcosa di ben più grave di un semplice colpo di sole o di un calo di pressione dovuto al caldo di questi giorni. Il dott. Montagna ha così disposto il ricovero della donna con trasferimento non al “San Vincenzo” di Taormina ma al Policlinico di Messina, ravvisando la sussistenza dei sintomi di un problema neurologico. La sospetta diagnosi è che vi fosse, cioè, una emorragia cerebrale in corso. La turista è stata così portata al Policlinico di Messina, dove poi nella mattinata di ieri è stata operata d’urgenza e le è stata salvata la vita, poiché quando era stata soccorsa in effetti vi era un ictus già in corso.

Soccorso con medico a bordo. La corretta interpretazione della vicenda da parte del dott. Montagna e dei suoi collaboratori è risultata così fondamentale per salvare la turista vicentina, dando in questa occasione una testimonianza di buona sanità siciliana e a conferma anche di quanto sia fondamentale ed anzi imprescindibile che nelle attività di soccorso ai pazienti che contattano i servizi di emergenza giunga un’ambulanza dotata della figura del medico a bordo, per accertare con maggiore precisione i sintomi della persona che richiede il soccorso.

© Riproduzione Riservata

Commenti