Taormina. Plesso scolastico delle Suore Francescane
Taormina. Plesso scolastico delle Suore Francescane

Centomila euro è la cifra che dovrà trovare la casa municipale di Taormina nel bilancio di Palazzo dei Giurati per sistemare e adeguare la ex sede delle Suore Francescane Missionarie di Maria di Via Pirandello in vista della nuova destinazione dell’edificio che da settembre sarà sede delle scuole elementari e medie di Taormina centro. La scuola ”Ugo Foscolo”, come si sa, non sarà disponibile perché a breve dovrebbero iniziare i lavori di messa a norma e adeguamento anti-sismico del plesso, e allora i riflettori sono ora puntati sulla ex sede delle Suore che il Comune ha ottenuto in affitto per farne l’immobile dove garantire regolarmente l’avvio e lo svolgimento dell’anno scolastico dell’Istituto Comprensivo 1. In questo complesso dovranno fare lezione gli studenti di 18 classi tra elementi e medie e dovranno anche essere allestiti gli uffici della scuola per la segretaria e la dirigenza.

E a quanto pare, a due mesi esatti dal suono della prima campanella, si va verso una autentica corsa contro il tempo perché occorreranno una serie di lavori di sistemazione degli spazi e delle aule che dovrebbero comportare un impegno economico di circa 100 mila euro. In questo contesto rientrerebbe anche la necessità di alcune opere di adeguamento del complesso proprio in riferimento alle certificazioni di agibilità. In ogni caso si tratta di una spesa che appare ineludibile visto che il percorso e’ tracciato, la scuola Foscolo non sarà disponibile nei prossimi mesi e l’ex sede delle Suore e’ stata pesa in affitto per farne appositamente una scuola con i necessari crismi strutturali del caso. E si tratta di una destinazione che dovrebbe andare ben oltre la dimensione di una scelta di emergenza, visto che il Comune ora vorrebbe trasformare l’affitto in una proposta per acquistare l’edificio. Al momento, a tal riguardo, si stanno facendo le stime economiche sul prezzo che potrebbe avere come valore l’immobile al fine di trovare un ulteriore accordo nei prossimi mesi con i vertice dell’Istituto Suore Francescane, che hanno già dimostrato ancora una volta una forte sensibilità per il territorio di Taormina e per la comunità locale dando il loro placet al Comune con un canone di affitto di mille euro al mese.

Settimana cruciale. La settimana che sta per iniziare sarà già cruciale per iniziare a prevedere i lavori da realizzare e per cominciare a individuare in bilancio le somme che, per forza di cose, occorreranno per sistemare la scuola. Si attende certezze e rassicurazioni anche la dirigenza dell’Istituto Comprensivo 1. La preside, prof.ssa Carla Santoro ha già effettuato un sopralluogo in quella che sarà la nuova sede della scuola da settembre e a questa ricognizione ha preso parte anche l’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella. Nella circostanza è stato fatto il punto della situazione e sono state individuate le criticità a cui si dovrà porre rimedio al più presto. A 60 giorni circa dall’inizio del nuovo anno scolastico sarà indispensabile avviare i lavori in tempi brevi per evitare nuovi disagi agli studenti di Taormina centro che negli anni precedenti, dal 2004 (quando venne dichiarata inagibile la ex scuola elementare Vittorino da Feltre) sino ad ora, hanno convissuto a lungo in un unico plesso – alla “Ugo Foscolo” – in una condizione non semplice e che è stata consentita dall’impegno della dirigenza e del personale scolastico.

© Riproduzione Riservata

Commenti