Eligio Giardina, sindaco di Taormina
Eligio Giardina, sindaco di Taormina

Si complica e si fa anzi decisamente in salita la strada che potrebbe portare il Comune di Taormina ad acquisire il parcheggio della stazione messo in vendita dalle Ferrovie dello Stato per un costo di 570 mila euro. La casa municipale sembra, infatti, interessata a sondare le Ferrovie per rilevare l’area di oltre 5 mila mq ma non sembrano esserci i presupposti per realizzare quella che era stata l’idea della prima ora, ovvero tramutare l’attuale parcheggio che serve l’utenza dei treni in uno spazio per la sosta di chi si reca al vicino ospedale San Vincenzo.

Asp prepara il project. «È chiaro che siamo stati e saremo sempre disponibili ad un dialogo con il Comune di Taormina – spiega il direttore generale dell’Asp 5, Gaetano Sirna – ma per quanto ci riguarda va detto che abbiamo praticamente completato l’iter per l’acquisizione di un terreno a monte dell’ospedale San Vincenzo, abbiamo predisposto un progetto che prevede in quel terreno un parcheggio da 200 posti per l’utenza del presidio ospedaliero. Si tratta di un moderno parcheggio con struttura in alluminio e che si inquadra in modo perfettamente compatibile e non invasivo con l’ambiente circostante. Abbiamo un ipotesi progettuale che vogliamo concretizzare e posso anzi aggiungere che intendiamo realizzare un project financing. C’è già anche il proponente». «Ad ogni modo – conclude Sirna – se il Comune intenderà avviare qualche iniziativa sul parcheggio della Stazione ascolteremo la loro volontà, fermo restando il citato progetto che abbiamo già avviato». Il Comune, insomma, con difficoltà potrà contare su un impegno perlomeno economico dell’Asp, che già da tempo si era mossa su un altro fronte per ovviare alla carenza di posti auto per chi va in ospedale e spesso non sa dover poter sostare.

Il tentativo del Comune. «Proveremo a capire cosa si può fare, anche se non è semplice e conosciamo tutti le condizioni economiche del Comune», afferma il sindaco Eligio Giardina. Nei prossimi giorni a Palazzo dei Giurati si farà il punto della situazione per capire se ci sarà modo di trovare in bilancio i 570 mila euro che le Ferrovie dello Stato chiedono per cedere il parcheggio di Villagonia. Non è da escludere che possa essere chiesto un incontro alle Ferrovie per sondare la situazione e verificare una eventuale disponibilità per un’intesa a una cifra più bassa. Palazzo dei Giurati è al momento in fase di riequilibrio e sta già avendo difficoltà a trovare le somme che occorrono per l’acquisto dell’ex sede delle Suore Francescane di Via Pirandello: ciò non sembra quindi il preludio ad un “lieto fine” per la questione del parcheggio di Villagonia.

© Riproduzione Riservata

Commenti