Orlando Russo, il sindaco di Castelmola
Orlando Russo, il sindaco di Castelmola

Linea dura del Comune di Castelmola sulla lotta agli incendi che per mano dei piromani stanno devastando il territorio del borgo turistico. Il sindaco Orlando Russo preannuncia infatti una risposta intransigente della casa municipale alle ripetute incursioni di soggetti al momento ignoti che da giorni appiccano roghi in varie zone del paese. Oltre 8 km di territorio sono stati gravemente danneggiati dalle fiamme e Russo lancia un duro monito: «Abbiamo la più incondizionata fiducia nel lavoro delle Forze dell’Ordine e siamo convinti che riusciranno a far luce su tutti questi incendi che nel 90% dei casi sono riconducibili a dei piromani – spiega Russo – e ci auguriamo che questi soggetti senza scrupoli vengano assicurati al più presto alla giustizia. Non è ammissibile che il territorio venga distrutto e martoriato in questo modo con grave pericolo per i nostri residenti». E Russo si dice pronto a «far costituire il Comune parte civile in eventuali procedimenti a carico dei piromani, per i gravi danni procurati».

Accertamenti in corso. «Al momento aspettiamo gli esiti degli accertamenti in corso ed eventuali sviluppi a carico di qualcuno. Saremo pronti a costituirci contro chi delinquenti a danno della città di Castelmola, è un atto dovuto, a tutela dei nostri abitanti e del nostro territorio», ha aggiunto Russo. Intanto si contano i danni nelle contrade Dammari, Monte Venere, Trupiano, Mastrissa e Rossello. In tutte quelle contrade l’acquazzone di ieri mattina è subito parso un segnale preoccupante della situazione di forte disagio che si potrebbe registrare nei mesi autunnali e invernali, quando le piogge imperverseranno con continuità e troveranno il terreno nudo ed esposto più che mai agli effetti del dissesto idrogeologico.

© Riproduzione Riservata

Commenti