È giallo sui previsti lavori di messa a norma e adeguamento sismico della Scuola media Ugo Foscolo che sarebbero dovuti partire lo scorso 1 luglio. Due settimane dopo, il cantiere, infatti, è ancora fermo e le attività di sistemazione dell’edificio scolastico di via Cappuccini non sono state avviate. Sulla questione l’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella, ha scritto una nota di sollecito agli uffici comunali e alla direzione dell’impresa incaricata. «Ho scritto agli uffici e all’impresa per comunicare che i lavori devono partire subito – afferma Carella -. Non sono ammissibili ulteriori ritardi. Come tutti sappiamo i lavori erano stati fatti slittare a dopo il G7, un primo verbale risale al 15 dicembre, un altro verbale è stato sottoscritto dalle parti il 7 giugno e poi il 21 giugno, quando si è affrontata la questione del coordinamento della sicurezza. In base a quanto era stato previsto e sottoscritto, il 1 luglio sarebbero dovuti iniziare i lavori ma così non è stato. Ed è chiaro che così non va bene, le scadenze e gli impegni vanno rispettati. Non c’è altro tempo da perdere». Gli studenti delle medie e delle elementari che sinora hanno fatto lezione in questi anni tutti in un unico plesso, cioè proprio alla scuola “Ugo Foscolo”, dovrebbero per altro essere trasferiti da settembre in una nuova struttura, presso la ex sede delle Suore Francescane Missionarie di Maria, in via Pirandello.

I lavori nell’ex sede delle Suore. «Anche qui ci sono una serie di aspetti procedurali che stiamo cercando di risolvere e sbloccare al più presto – continua Carella -, fermo restando che il Comune ha già ottenuto in affitto l’immobile dalle Suore con un accordo che potrebbe essere tramutato in futuro in acquisto definitivo dell’edificio stesso da parte del Comune di Taormina. Stiamo predisponendo a riguardo gli atti finalizzati a poter ottenere l’acquisizione del bene, d’intesa con le Suore, in un’ottica di finalità sociale. Ciò ci consentirebbe di rilevare il complesso ad una cifra meno onerosa. Anche qui, comunque, si dovranno effettuare dei lavori e farli in fretta per adeguare la struttura e renderla pronta ad accogliere gli studenti in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico, tra due mesi esatti a settembre». Si va, insomma, verso una doppia corsa contro il tempo per la messa a norma della scuola “Foscolo” e per gli adeguamenti da apportare al complesso che sinora era stato sede delle Suore Francescane e che dovrà accogliere gli studenti al suono della campana tra 60 giorni.

© Riproduzione Riservata

Commenti