Il parcheggio della Stazione Ferroviaria di Taormina
Il parcheggio della Stazione ferroviaria di Taormina

Le Ferrovie dello Stato mettono in vendita il parcheggio della Stazione ferroviaria di Taormina. La comunicazione è arrivata in un annuncio pubblico di dismissione nel quale si quantifica anche il prezzo dell’area da dismettere in 570 mila euro. Si tratta di «un’area di 5 mila e 70 mq con accesso su via Nazionale accanto alla stazione di Taormina-Giardini Naxos, area attrezzata e recintata e attualmente utilizzata come parcheggio». La scadenza della gara indetta per la vendita è stata prevista per la data del 29 settembre 2017. L’iter di vendita è stato affidato alla “Ferservizi”, società che gestisce la vendita e l’affitto del patrimonio immobiliare delle Ferrovie italiane. Tra le motivazioni che “Ferservizi” evidenzia circa la decisione di procedere alla dismissione dell’area si legge che «la zona limitrofa al compendio in esame, compresa tra la fascia costiera turistica di Giardini Naxos a sud e quella di Taormina a nord, risulta isolata rispetto al contesto turistico di pregio, poiché caratterizzata da insediamenti residenziali di qualità urbana architettonica minore e da poche secondarie attività commerciali».

Quali prospettive? La notizia è destinata a far discutere a Taormina dove adesso si teme che, di riflesso, la vendita di quest’ampia area accanto alla Stazione (una decina di anni fa presa per qualche tempo in gestione da Asm Taormina) possa riproporre il rischio di chiusura della Stazione stessa o rappresentare un evento ricollegabile ad una ripartenza dell’iter procedurale per il porto turistico a Villagonia. Da tempo si parla di una possibile chiusura della Stazione Ferroviaria di Taormina, con il conseguente spostamento del punto di partenza ed arrivo dei treni che in tal caso verrebbe spostato alla Stazione Alcantara tra Giardini e Trappitello. Qualche tempo fa si tenne proprio davanti alla Stazione di Villagonia un flash mob di cittadini a difesa del complesso storico che viene ritenuto uno dei più funzionali e stilisticamente anche di pregio tra quali esistenti in Sicilia. Ma col trascorrere degli anni, il complesso ferroviario stile liberty di Taormina è diventato una sorta di “cattedrale nel deserto”, perché le corse dei treni sono diminuiti ed il contesto ambientale circostante di Villagonia è quello di una frazione abbandonata a se stessa e ai propri problemi da tutte le Amministrazioni comunali sinora susseguitesi al governo della città. A fine estate si conoscerà ora il destino del parcheggio della stazione ed anche in base alle eventuali offerte si potrà immaginare quale destino attende quell’area.

© Riproduzione Riservata

Commenti