Nunzio Corvaia, consigliere di
Nunzio Corvaia, consigliere di "ProgettiAmo Taormina"

«I rappresentanti del Pd si preoccupano di fare accoglienza ai migranti africani mentre i nostri giovani, studenti universitari, dormono su un sacco a pelo, come fossero loro dei migranti». Lo afferma il consigliere comunale di opposizione Nunzio Corvaia, che contesta la situazione creatasi in queste ore alla palestra comunale di Via Cappuccini, adibita a dormitorio degli studenti universitari impegnati nei lavori alla Domus. «È assurdo quello che sta accadendo e chiederemo conto e ragione in Consiglio comunale all’Amministrazione – afferma Corvaia -. Intanto non si può concedere un immobile comunale in un contesto che richiama attività in essere su proprietà privata. C’è un utilizzo scriteriato del patrimonio pubblico che sta creando un danno erariale all’ente ma soprattutto penalizza i nostri bambini e i nostri giovani. Ma dove arriveremo di questo passo? Prima i badge, poi il dormitorio e poi che cosa verrà ancora autorizzato? Magari un centro di stoccaggio pubblico? Non si può continuare con questo modo irresponsabile di amministrare la città. Oltretutto quegli stessi ragazzi stagisti meritano ben altro rispetto che farli dormire a terra in palestra».

Riflessioni sull’Agenzia Giovani. «Ma la questione – continua Corvaia – non può non riguardare anche l’Agenzia Giovani, diretta dall’amico Giacomo D’Arrigo. “Giacomino”, lo chiamo affettuosamente così, nei giorni scorsi ha dichiarato che da quando c’è lui alla direzione generale dell’Agenzia nazionale per i giovani “sono stati finanziati 47 progetti per un totale di oltre 1.300.000,00 euro coinvolgendo migliaia di giovani con l’obiettivo di consentirgli di impegnarsi in un’Europa diversa, connessa e inclusiva”. Ma come mai in tutti questi finanziamenti “Giacomino” non si è adoperato anche per contribuire ad una decorosa permanenza dei giovani dell’Università di Messina che stanno facendo attività di scavo e ricerca alla Domus di Villa San Pancrazio? Non era possibile dare un contributo per una così importante attività anziché fare dormire quei giovani sul sacco a pelo a terra in palestra? I fondi di Agenzia Giovani dovrebbero servire per situazione più utili ed opportune come questa. Forse sarebbe il caso di sostenere qualche manifestazione leopoldiana in meno e qualche attività in più per i giovani. Io sto con i giovani e lancio l’hashtag: #GiacominoSvegliati».

© Riproduzione Riservata

Commenti