L'orchestra a plettro di Taormina
L'orchestra a plettro di Taormina diretta dal maestro Pillitteri

Tre concerti porteranno l’Orchestra a Plettro Città di Taormina in giro per la Sicilia. La prima tappa venerdì 14 luglio al teatro greco di Morgantina, in provincia di Enna, per poi proseguire venerdì 4 e sabato 5 agosto nei siti di Catania e Tindari. I tre concerti sono prodotti da Taormina Arte nell’ambito del circuito Anfiteatro Sicilia, il progetto promosso dall’Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo rivolto a valorizzare gli antichi teatri di pietra più suggestivi dell’isola.

I concerti. L’orchestra, fiore all’occhiello di Taormina, composta da mandolini, mandole, mandoloncelli, chitarre e contrabbassi, eseguirà il suo migliore repertorio diretta dal maestro Antonino Pellitteri. Le musiche saranno quelle di Pietro Mascagni Preludio e Siciliana e Intermezzo da Cavalleria Rusticana, Yasuo Kuwahara The Song of Japanese Autumn, Albert Ketèlbey In un mercato persiano, Georges Bizet Fantasia su Carmen, Eduardo Angulo Suite mexicana, valzer e polka, Gulotta Suite siciliana n°6 e Nino Rota Suite del Gattopardo.

L’orchestra a Plettro Città di Taormina. Fondata agli inizi del 1900 per volere di alcuni musicisti taorminesi, oggi è un vanto della città di Taormina in Italia e nel mondo. L’orchestra ha costruito la sua popolarità esibendosi continuamente in migliaia di concerti, una continuità che non si è mai spenta. Tra i tanti, in Sicilia, al teatro Vittorio Emanuele di Messina, al Palazzo Biscari di Catania. Ha poi suonato nei teatri delle principali città italiane: Roma, Ferrara, Caserta. E del mondo: Amburgo, Berlino, Francoforte, Miami, New York, Pittburg, Boston e Barcellona.

© Riproduzione Riservata

Commenti