Torna il fenomeno dell'acqua marrone a Mazzeo
Torna il fenomeno dell'acqua marrone a Mazzeo

Come lo scorso anno si ripropone nuovamente il fenomeno dell’acqua che diventa marrone nel litorale di Taormina e anche stavolta, per l’esattezza, nello specchio d’acqua di Mazzeo. Proprio nel litorale più frequentato dai bagnanti sono improvvisamente apparse ieri pomeriggio delle chiazze marroni che dal torrente antistante la spiaggia hanno poi invaso la spiaggia. I bagnanti della spiaggia di Mazzeo come nel luglio 2016 (allora accadde a fine mese) sono stati improvvisamente costretti a rinunciare ad un tuffo nelle acque del litorale taorminese, a pochi passi da Letojanni.

Come nel 2016. Il “fuori programma” si è di nuovo verificato proprio al confine con la vicina Letojanni, con la gente, turisti e residenti della zona che erano in quel momento in mare, costretta a uscire rapidamente dall’acqua e ad osservare un fenomeno inspiegabile. Su quanto riversato in mare dal torrente Mazzeo si erano a suo tempo scatenate delle polemiche e si era temuto potesse trattarsi di liquami ma vi fu poi una smentita del Consorzio Rete Fognante, che aveva effettuato delle verifiche in zona, precisando che gli impianti consortili sono posizionati in altri punti e non potrebbe quindi esserci un’attinenza con questo fenomeno.

Giallo da chiarire. Ora la storia si ripete e stavolta, come allora, il timore è che possa esserci stata la rottura di qualche tubatura di qualche struttura privata a monte della frazione. Si è anche ipotizzato un problema legato alle condotte dell’acqua e a eventuali lavori in essere, poiché in queste circostanze per togliere l’aria vengono aperte delle valvole e può determinarsi una condizione di acqua mista a fango. Ma l’auspicio dei
bagnanti è che la natura del problema venga subito individuata e chiarita e che ciò non si ripeta più nella prosecuzione della stagione turistica da poco iniziata.

© Riproduzione Riservata

Commenti