Gli incendi che sono divampati nella campagna di Castelmola
Gli incendi che sono divampati nella campagna di Castelmola

Inferno di fuoco ieri sera a Castelmola dove un incendio è divampato in contrada Dammari e si è esteso sino alla contrada Trupiano. Proprio in quest’ultima zona risiedono 20 famiglie e le fiamme hanno lambito alcune abitazioni e si è reso necessario l’intervento dell’unità operativa del Sues 118 di Taormina per trasportare al vicino Ospedale San Vincenzo di Taormina una donna di 65 anni. La malcapitata è stata ricoverata per intossicazione da fumo. Sul posto del rogo, protrattosi per diverse ore e sino a tutta la serata hanno ingaggiato una battaglia contro le fiamme la squadra dei Vigili del Fuoco di Letojanni e la Forestale di Savoca. L’evolversi della situazione è stato seguito in tempo reale dal sindaco Orlando Russo e dal presidente del Consiglio comunale, Massimiliano Pizzolo.

Emergenza piromani. «La situazione è drammatica – spiega Russo -, questo è stato il secondo grave incendio in pochi giorni dopo quello di contrada Vena. Chiederò lo stato di calamità naturale ma soprattutto che venga accertato se dietro questi roghi, come pare, c’è la mano di qualche piromane. A suo tempo ho emesso un’ordinanza nella quale si dispone che dove è bruciato il terreno per incendi poi non si potrà pascolare per 5 anni. Non so se questa mia ordinanza in qualche modo sia ricollegabile a questi fatti, ove dovessero rivelarsi di natura dolosa».

© Riproduzione Riservata

Commenti