Mazzeo, la ringhiera del lungomare divelta e arrugginita
Mazzeo, la ringhiera del lungomare divelta e arrugginita

Il Comune di Taormina, con apposita determina dirigenziale, ha affidato ad una impresa di Giardini Naxos l’incarico per l’esecuzione dei “Lavori di manutenzione del lungomare di Mazzeo”, per un importo di 12 mila euro. Ad una settimana di distanza dall’assemblea pubblica con la quale il 29 giugno scorso i residenti della frazione a mare di Taormina erano scesi in piazza per esprimere tutto il loro dissenso verso lo stato di abbandono e degrado in cui versa da ormai un ventennio Mazzeo, la casa municipale prova a dare un segnale e ha così sbloccato alcune somme in bilancio. L’iter richiama una deliberazione di Giunta Municipale, la n. 59 del 24 marzo 2017, con la quale sono state assegnate le risorse per i lavori sul lungomare, quantificando la spesa in 12 mila euro. Proprio questi 12 mila euro previsti in favore di Mazzeo già nei mesi scorsi, sinora erano rimasti bloccati tra le maglie del bilancio, e non era stato formalizzato l’impegno di spesa che occorreva e che era stato sollecitato dal delegato del sindaco, Salvatore Valerioti. Adesso la protesta dei residenti ha imposto, per forza di cose, un’accelerazione e la determina per i lavori è stata definita il 30 giugno, il giorno dopo la manifestazione “Uniti per Mazzeo” che aveva visto scendere in piazza gli abitanti di Mazzeo.

I lavori da avviare. Bisognerà vedere, a questo punto, con la stagione estiva già in corso, che tipi di interventi verranno effettuati e se si tratterà soltanto di qualche piccola manutenzione che cambia poco o nulla o se, in particolare, si avvierà anche la necessaria sistemazione del manto stradale del lungomare, ritenuto da tutti disastroso e molto pericoloso. La pavimentazione in diversi tratti è saltata e si è sbriciolata, rendendo il passaggio della gente, sia dei residenti che dei turisti, una sorta di corsa ad ostacoli tra continue insidie e costante pericolo di scivoloni. Andrebbe poi sostituita la ringhiera che è divelta e risale a tanti (troppi) anni fa, e andrebbe inoltre sistemata la situazione dell’arredo urbano e del verde pubblico. C’è tanto fare a Mazzeo per ridare decoro e dignità alla frazione che dovrebbe rappresentare il gioiello di Taormina e la Taormina mare da presentare in condizioni ottimali, e che invece è stata abbandonata e relegata al ruolo di borgo periferico dimenticato. Non è che poi alla fine tutto questo stanziamento di 12 mila euro servirà soltanto per inutili lavori di pitturazione della ringhiera?

© Riproduzione Riservata

Commenti