Cino Restuccia, il leader di
Cino Restuccia, il leader di "Rinnovare Taormina"

Cino Restuccia prepara il rientro in politica e lancia segnali inequivocabili sulla propria intenzione di avviare la formazione di un movimento in vista delle elezioni amministrative 2018 a Taormina. «Una mia candidatura a sindaco? Tutto è possibile. Posso soltanto dire che ho avuto qualche incontro. C’è gente che in questo momento fa come la lepre e scappa di corsa avanti pensando di vincere la gara un anno prima ma in realtà poi l’esito della competizione lo determineranno in extremis tanti fattori. Il risultato delle elezioni del prossimo anno sarà il frutto di tante circostanze ed avvenimenti che ancora devono accadere. Bisogna aspettare e lasciare che le cose facciano il proprio corso. Le dichiarazioni dei vari pretendenti alla candidatura in questo momento sono un “riempitivo”».

La legge elettorale. Il leader di Rinnovare Taormina punta sui possibili riflessi della nuova normativa con la quale si voterà il prossimo anno. «La nuova legge elettorale (una sola lista collegata ad ogni candidato sindaco, ndr) è quella che auspicavo fortemente ritornasse per evitare grandi accozzaglie. È stata finalmente ripristinata ed è un buon segnale che dà qualche possibilità in più di avere un’Amministrazione migliore rispetto a quelle che hanno portato Taormina al disastro. Questa legge elettorale potrebbe favorire le ambizioni di persone valide. La composizione è ancora lontana e ci sarà tempo e modo per definire alleanze e candidature. I giochi non sono fatti, serviranno ancora un paio di mesi per vedere i veri accordi».

L’ora del cambiamento. «Siamo al cospetto di una città da ricostruire del tutto su tanti aspetti – conclude Restuccia -: il Prg, Asm, il Piano per il commercio, e occorrono operazioni strutturali per il turismo da fare anche con i fondi della tassa di soggiorno. Bisogna cambiare e rivolgere soprattutto lo sguardo al sociale. Taormina così non è più vivibile per i suoi abitanti, che siano bambini, adulti o anziani. L’auspicio è che i taorminesi stavolta scelgano di voltare pagina e di non rimettere al governo gli stessi che amministrano Taormina da ormai 20 anni. Mi rivolgo ai cittadini e dico: scegliete persone di qualsiasi età ma con la volontà e la capacità di portare avanti un cambiamento».

© Riproduzione Riservata

Commenti