Un gesto di disappunto del sindaco di Messina Renato Accorinti durante il G7 a Taormina
Un gesto di protesta del sindaco di Messina Renato Accorinti durante il G7 a Taormina

Il XIV Dalai Lama sarà a Taormina sabato 16 settembre ed il giorno successivo a Messina. Lo ha annunciato il sindaco di Messina, Renato Accorinti nel corso della cerimonia di premiazione dei Nastri d’Argento. Già nei mesi scorsi Accorinti aveva invitato la guida spirituale buddhista nella Città dello Stretto. Il programma ufficiale della visita non c’è ancora ma il sindaco di Messina Accorinti ha inserito anche Taormina nella visita messinese del Dalai Lama, che poi il 18 settembre sarà a Palermo. Accorinti, dopo la discussa scena della contestazione pubblica a Trump in occasione del concerto del G7, ha dato il bis al Teatro Antico stavolta con l’annuncio del Dalai Lama. «Servirà a purificarci da Donald Trump», ha detto il sindaco di Messina comunicando l’arrivo a settembre del Dalai Lama, mentre dalle gradinate del Teatro sono arrivati fischi rivolti proprio al primo cittadino messinese.

L’ostilità cinese. Accorinti ha scelto la premiazione dei Nastri d’Argento anche per dare una maggiore ribalta mediatica all’annuncio e una volta giunto sul palco, con accanto Laura Delli Colli, presidente del sindacato dei giornalisti cinematografici, e il sindaco di Taormina Eligio Giardina, ha comunicato che il Dalai Lama sarà a Taormina tutta la giornata del 16 settembre al Teatro Antico e poi nell’intera giornata di domenica 17 settembre a Messina al Teatro Vittorio Emanuele. La notizia non farà felice le autorità cinesi che avevano aspramente contestato già nei mesi scorsi l’iniziativa di Accorinti e hanno anche minacciato ripercussioni sui rapporti con l’Italia.

© Riproduzione Riservata

Commenti