Antonio D'Aveni
Antonio D'Aveni, presidente del Consiglio comunale

Il Consiglio comunale di Taormina verso la richiesta ufficiale di deroga al Governo italiano per bloccare il trasferimento di migranti nella località turistica. A seguito dell’incontro avvenuto in Prefettura a Messina, il presidente del Civico consesso, Antonio D’Aveni, ha preannunciato la predisposizione di un ordine del giorno urgente con il quale l’assemblea voterà una proposta di delibera finalizzata ad impegnare il sindaco. Al primo cittadino verrà dato mandato, in sostanza, di richiedere all’Esecutivo Gentiloni l’esclusione della Città di Taormina dall’elenco delle aree di smistamento dei cittadini extracomunitari che continuano a sbarcare in Sicilia.

Assenza di strutture idonee. «Come abbiamo a più riprese sottolineato non esistono le strutture idonee né quindi le condizioni per accogliere i migranti a Taormina. Siamo consapevoli delle difficoltà di questa gente ma questa è la posizione dei vari gruppi politici, ad eccezione soltanto del Pd che invece ha espresso una valutazione favorevole all’accoglienza. La volontà di una larga parte del Consiglio comunale è quella di dare mandato al sindaco per attivarsi presso la Presidenza del Consiglio al fine di ottenere sui migranti una deroga per la Città di Taormina. Ma soprattutto non si può consentire che in questa vicenda intervenga la Regione tramite accordi con delle cooperative o con dei privati e non si può consentire che si scavalchi così la volontà della Città di Taormina e delle Istituzioni locali che la rappresentano».

© Riproduzione Riservata

Commenti