Bus turistici
Bus turistici

Si discuterà il 20 luglio al Tar di Catania il ricorso presentato dal Comune di Castelmola nei confronti della Regione Siciliana, e di riflesso inerente la Città di Taormina, per le limitazioni al transito dei bus turistici nel territorio del borgo turistico. La Perla dello Ionio ha prospettato, infatti, una sostanziale limitazione dei flussi di bus scoperti nel proprio territorio ritenendo sussista un problema di viabilità e di vivibilità del centro storico ma tale riduzione delle cose, a detta del sindaco di Castelmola, Orlando Russo, rischia di determinare ripercussioni negative sui flussi turistici ed economici a Castelmola. L’unica possibilità per arrivare a Castelmola è quella del passaggio a Taormina, come si sa, e in questo caso Russo ha lamentato che si sarebbe verificata una riduzione delle cose. Nel ricorso proposto al Tar, il Comune di Castelmola propone opposizione alle vigenti disposizioni dell’assessorato ai Trasporti e nello specifico richiesta di interdizione al transito dei mezzi pesanti nella via Kitson (Taormina). Il Comune di Taormina ha proposto, a sua volta, sin qui, che i bus turistici possano transitare proprio dalla via Kitson e quindi mediante l’omonima galleria: una soluzione aspramente contestata da Castelmola, che ritiene tale disposizione non sia idonea e che contesta una condizione di pericolo derivante dalla pendenza dell’arteria.

Tagli alle corse. Secondo Castelmola si sarebbe addirittura arrivati ad una drastica riduzione, rispetto allo scorso anno, delle corse da 57 a 12 anche se il conteggio attuale dice che nel dettaglio sono 24 attualmente attive. Ma tanto basta per aver scatenato un confronto abbastanza acceso tra le Amministrazioni di Taormina e Castelmola, nel quale Taormina ha anche preannunciato di voler ritirare i pass per i residenti di Castelmola che attualmente sostano gratuitamente nel territorio della capitale del turismo siciliano. La questione investe da vicino un settore, quello dei bus scoperti, che negli anni recenti è parso in crescita, con la formula dell’Hop-On – Hop-Off, e che ora è finito al centro della discussione con la mancanza di un accordo tra le parti e con Castelmola che ha disertato le due più recenti riunioni svoltesi a Taormina perché in attesa del pronunciamento del Tar atteso per il prossimo mese. Castelmola vuole lo stop al passaggio in galleria per consentire, di riflesso, il ritorno dei bus sulla Via San Pancrazio, centralissima arteria dove sarebbero maggiori i flussi che potrebbero fruire dei mezzi e quindi raggiungere poi il borgo.

© Riproduzione Riservata

Commenti