La nuova illuminazione a Led del Teatro Antico
La nuova illuminazione a Led del Teatro Antico

Un intervento illuminotecnico volto alla valorizzazione e alla riqualificazione energetica di uno dei più importanti siti archeologici in Italia: con questa premessa è stato realizzato il nuovo impianto di illuminazione del Teatro Antico di Taormina, progetto sperimentato già la sera del 26 maggio in occasione del G7 e donato dal Gruppo Metaenergia, tra i primi operatori nazionali del settore energetico, al Dipartimento Beni Culturali e Identità Siciliana. L’iniziativa è stata presentata ieri a Teatro, nel corso di una conferenza stampa e di una cerimonia che ha visto la presenza dell’assessore ai Beni Culturali, Carlo Vermiglio, e del direttore del Parco Archeologico di Naxos, Vera Greco, e degli assessori comunali Salvo Cilona e Pina Raneri, insieme ai responsabili di Metalenergia, Iguzzini e dell’Ibam.

La novità serale. All’interno del Teatro Antico di Taormina sono stati selezionati apparecchi d’illuminazione di minimo ingombro visivo, a temperatura di colore calda e ottima resa cromatica, che hanno permesso di esaltare le peculiarità architettonico-paesaggistiche di uno dei luoghi più affascinanti della storia antica. Il progetto di illuminazione, che ha portato alla realizzazione di un nuovo impianto completamente a Led, è stato realizzato grazie alla sinergia tra il Dipartimento, il Gruppo Metaenergia, che hanno finanziato e gestito tutta la fase progettuale, e iGuzzini Illuminazione, azienda scelta come fornitore per le soluzioni di illuminazione. L’intervento – nato dalla collaborazione tra l’ing. Roberto Sannasardo, Energy Manager del Dipartimento dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali nonché lighting designer del progetto, Maurizio Molinari, Presidente del Gruppo Metaenergia, e dell’arch. Vera Greco, direttrice del Parco di Naxos – consentirà ai visitatori di accedere al Teatro durante le ore serali a partire da luglio, compatibilmente con la stagione concertistica e gli altri eventi in programma. “Il progetto sviluppato per il Teatro Antico si inserisce all’interno di una strategia più ampia volta non solo ad adempiere agli obblighi di legge, ma anche e soprattutto a promuovere il tema del risparmio come già attuato con le medesime procedure con il relamping led della Valle dei Templi di Agrigento” ha evidenziato l’Ing. Roberto Sannasardo, Energy Manager del Dipartimento dell’Assessorato ai Beni Culturali.

Un valore aggiunto. «L’architettura è inscindibilmente legata alla luce: ecco perché il progetto acquista un valore aggiunto che è quello di sottolineare gli elementi architettonici e archeologici», ha dichiarato l’arch. Greco, che ha mostrato tutta la sua soddisfazione per l’intervento realizzato e ha anche ricordato l’iniziativa che ha visto la possibilità di accesso al Teatro dalla via Bagnoli Croce lo scorso maggio durante i lavori del G7. «Un’alternativa che ha dato modo ai turisti di accedere al Teatro lungo un percorso suggestivo, ideale per prepararli in un modo diverso alla visita, con delle significative differenze rispetto a quanto avviene dalla Via Teatro Greco».

La nuova illuminazione a Led del Teatro Antico

Efficienza energetica. «Riuscire a integrare soluzioni di efficienza energetica più innovative a favore di progetti che valorizzano il patrimonio culturale italiano, è un risultato che ci rende orgogliosi, ha aggiunto Maurizio Molinari, presidente del Gruppo Metaenergia, presente ieri insieme al suo vice, Francesco Pizzo. Soddisfazione per l’intervento è stata espressa infine da Daniele Malfitana, direttore Ibam e da Andrea Sasso, Amministratore Delegato di iGuzzini Illuminazione, che ha affermato: “Quanto realizzato al Teatro Antico prosegue un impegno che da oltre 20 anni ci vede in prima linea nel mettere a disposizione la cultura della luce e i nostri apparecchi all’interno di progetti di rilievo internazionale».

© Riproduzione Riservata

Commenti