Ernesto Fichera, presidente dell'Associazione Guide Turistiche Provincia di Messina
Ernesto Fichera, presidente dell'Associazione Guide Turistiche Provincia di Messina

L’Associazione Guide Turistiche della Provincia di Messina si dichiara «contraria al possibile arrivo di 38 migranti a Taormina e fortemente preoccupata sui possibili sviluppi della vicenda». Lo dichiara il presidente dell’Associazione, Ernesto Fichera. «Preoccupazione e contrarietà – afferma Fichera – scaturiscono soprattutto dai nuovi elementi emersi in questi giorni recenti che hanno evidenziato che dietro ai migranti non vi è altruismo bensì l’ombra di un business».

Nessun razzismo. «Non esiste nessuna forma di razzismo – continua Fichera -, siamo stanchi di sentirci accusare, in modo falso e strumentale, di qualcosa che non ci appartiene ben sapendo invece che noi a Taormina siamo sempre stati ospitali, ma ribadiamo una posizione di contrarietà che è dovuta solo e semplicemente a motivi di opportunità. Molte altre comunità sono disponibili ad accogliere altrove i migranti e non si comprende per quale motivo debbano essere inviati proprio a Taormina. Ci preoccupa che questo stato di cose possa portare ad un danno al turismo e all’economia del territorio dopo che il G7 ha già creato disagi e danni agli operatori economici».

© Riproduzione Riservata

Commenti