Antonella Ferrara, ideatrice e presidente di Taobuk
Antonella Ferrara, ideatrice e presidente di Taobuk

L’eredità e la memoria. Ciò che abbiamo ricevuto dal passato e prepariamo per il futuro. La trasmissione di saperi e di identità, i maestri e il confronto generazionale. Al tema Padri e figli, nei suoi molteplici aspetti, è dedicata la settima edizione di Taobuk. Si parte questa sera alle 20:30 dal Teatro Antico di Taormina con la cerimonia di consegna dei Taobuk Award agli scrittori Abraham Yehoshua e Domenico Starnone, al magistrato Nicola Gratteri, al regista Gianni Amelio e agli attori Christian De Sica e Luigi Lo Cascio.

Domenica 25 giugno. Si comincia con dibattiti a più voci come la tavola rotonda sull’editoria Il passaggio del testimone, con Stefano Mauri, Giuseppe Laterza, Antonio Sellerio, Giovanni Hoepli, Luca De Michelis (alle 10), o La terra dei padri nell’immaginario collettivo con Urbano Cairo, Nico Torrisi, Ornella Laneri, Italo Mennella (alle 17). Oppure lezioni magistrali come quelle dello psicoanalista Luigi Zoja (Scomparsa e attualità della figura del padre, alle 18), di Yehoshua (Il gesto di Abramo, alle 19) e di Cristina Comencini (In nome del padre, alle 20).

Gli appuntamenti. Tra gli altri ospiti, lunedì 26, le scrittrici Michela Marzano, sul tema della maternità (alle 16) ed Elsa Osorio, l’autrice argentina che parlerà di memoria e dittatura (alle 20); martedì 27 i figli illustri Gioacchino Lanza Tomasi e Fabio Carapezza Guttuso (alle 17) e il filologo Luciano Canfora sull’eredità della democrazia (alle 20). E nella giornata conclusiva di mercoledì 28, da citare la lectio della scrittrice Simona Sparaco su paura e male (alle 12), il dibattito I vecchi e i giovani su Luigi Pirandello a 150 anni dalla nascita con Matteo Collura, Anna Maria Sciascia e Claudio Pirandello (alle 18) e l’incontro con lo scrittore Ildefonso Falcones (alle 21).

Gli ospiti. Tra i numerosi ospiti protagonisti delle altre giornate del festival gli editori Stefano Mauri, Giuseppe Laterza, Antonio Sellerio e Luca De Michelis; Paola Gribaudo, Albertina Bollati, Paola Bassani in dialogo con Vittorio Bo, l’editrice e fotoreporter Inge Feltrinelli, l’ex direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura a Parigi Marina Valensise, lo chef Carlo Cracco, lo psicoanalista Luigi Zoja, lo scrittore Abraham Yehoshua, la regista, sceneggiatrice e scrittrice Cristina Comencini, il dj e conduttore di Radio Capital Giancarlo Cattaneo e il regista, produttore radiofonico Maurizio Rossato con lo spettacolo live Parole Note, un format tra musica e parole (domenica 25 giugno).La progettista culturale Angela D’Arrigo, l’archeologa Grazia Salamone, il gamification designer Fabio Viola, il giornalista Giancarlo Mazzuca, la saggista Michela Marzano, la filosofa Agnes Heller, gli chef Heinz Beck e Nico Romito, la scrittrice Elsa Osorio, l’attrice Luciana Littizzetto (lunedì 26 giugno).Viviana Mazza, Luigi Garlando, Alberto Pellai, Barbara Tamborini, il giornalista Alan Friedman, gli scrittori Antonio Dikele Distefano, la pianista, madre di Carla e Valeria Bruni Tedeschi, Marisa Bruni Tedeschi, il musicologo Gioacchino Lanza Tomasi, il prefetto Fabio Carapezza Guttuso, le stiliste Maria Caruso, Marella Ferrera e Gabriella Ferrera, lo storico Luciano Canfora (martedì 27 giugno).Gli scrittori Arturo Belluardo, Simona Sparaco, Anna Giurickovic Dato, Sergio Del Molino, Lucia Scuderi, Silvana Grasso, Ildefonso Falcones; il business gardener Alessandro Costantino, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Messina Vincenzo Ciraolo, l’Assessore Regionale ai Beni Culturali Carlo Vermiglio, gli avvocati Pietro e Carlo Carrozza, il giurista Gaetano Silvestri, il professore di Diritto Costituzionale dell’Università di Messina Antonio Saitta, lo chef Ciccio Sultano, gli scrittori Filippo Nicosia, Matteo Collura, Anna Maria Sciascia, l’autore e regista teatrale Claudio Pirandello, il cantante Piero Pelù e il regista Cosimo Damiano Damato (mercoledì 28 giugno).

L’inchiostro e lo sguardo. Completano il calendario numerosi altri appuntamenti come la mostra “l’inchiostro e lo sguardo. Immagini di due testimoni del 900”. Una mostra fotografica dedicata a Inge Feltrinelli e Giulio Bollati, due grandi editori e fotografi, raccontati attraverso il loro sguardo sul Secolo Breve. Nelle sale del Palazzo dei Duchi di Santo Stefano di Taormina rivivranno i ritratti di Italo Calvino, di Elio Vittorini, di Giulio Einaudi, di Natalia Ginzburg e di molti altri (colti dallo spirito intelligente e anticonformista di Giulio Bollati). Ma ci saranno anche le istantanee di Hemingway che dorme, di Gary Cooper che sorseggia un aperitivo, di una Simone de Beauvoir sorridente e di tanti altri ancora, tutti catturati dall’obiettivo di Inge Feltrinelli. La mostra è curata da Roberta Scorranese, Antonella Ferrara, Giuseppe Stagnitta, Nicolaj Pennestri (25 giugno – 30 luglio).

Padri e figli in cucina. La sezione Fud Hub di Taobuk Festival, curata dalla giornalista e critica enogastronomica Fernanda Roggero. Un ciclo di conversazioni con nomi prestigiosi del panorama culinario italiano – Carlo Cracco, Heinz Beck, Niko Romito, Ciccio Sultano – per scoprire, o riscoprire, la ricchezza e il valore della tradizione, il dialogo tra ingredienti poveri e alta cucina, l’importanza della sostenibilità dell’intera filiera, l’esigenza di una sostenibilità che sia anche economica, l’ingresso prepotente della tecnologia nella preparazione dei cibi, in un rapporto tra passato e presente, in cui tradizione e innovazione si fondono in un connubio perfetto.

Taokids. Un cartellone dedicato ai più piccoli, a cura di Carla Virzì in collaborazione con Annalisa Galeano, Francesca Adif e Cecilia Corsaro, ricco di tanta letteratura per ragazzi e di attività ludico-didattiche per bambini, tutte centrate sui libri: laboratori di lettura animata, di scrittura creativa, di teatro, di costruzione del libro (24-28 giugno).

Fiera della piccola e media editoria. In collaborazione con Buk Festival di Modena. Per due intere giornate, dalle ore 10 a mezzanotte, le vie principali di Taormina, da Corso Umberto alla salita del Carmine, da Piazza Duomo, Piazza IX Aprile, fino ad arrivare in Piazza Vittorio Emanuele II, diventeranno una fiera dedicata alla piccola e media editoria (24-25 giugno).

Letteratura arte e cinema a cielo aperto. Taormina Cult Letteratura Arte e Cinema a cielo aperto – Circuito Culturale Permanente, a cura di Alfio Bonaccorso. Suggestive passeggiate tematiche nei luoghi della letteratura e del cinema a Taormina: dalla dimora che accolse D. H. Lawrence e Truman Capote, al bar Mocambo frequentato da Ercole Patti e Vitaliano Brancati, all’albergo che ospitò Oscar Wilde (24-28 giugno).

Born in Sicily. Ideato dall’Ufficio del Turismo di Taormina, con il supporto di AIS, ONAV, MAAS, Amici della Terra, Taormina Arte, IIS Pugliatti, in collaborazione con il Consorzio di Tutela del cioccolato modicano. Nello scenografico giardino del Palazzo dei Duchi di Santo Stefano un evento finalizzato a promuovere le eccellenze enogastronomiche e artigianali della Sicilia, gli splendidi prodotti vinicoli, dolciari, agricoli a marchio DOP e IGP. Una straordinaria opportunità per veicolare la varietà e la qualità della sicilianità che passa anche attraverso le eccellenze enogastronomiche e artigianali (24-25 giugno).

© Riproduzione Riservata

Commenti