Sequestro Guardia Costiera Giardini Naxos
Materiale sequestrato dalla Guardia Costiera di Giardini Naxos

Come ogni anno, nel periodo estivo si intensifica lo sforzo operativo della Guardia Costiera dell’Ufficio locale marittimo di Giardini Naxos volto a garantire la corretta fruizione del mare e uno svolgimento in sicurezza delle attività ludiche e ricreative ad esso collegate. In questi giorni, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2017”, gli uomini diretti dal Comandante Cosimo Arizzi hanno effettuato numerosi controlli lungo il litorale di Giardini Naxos e Taormina sia in mare che a terra. Durante l’attività sono stati elevati 4 verbali amministrativi per un importo totale di circa 1500 euro. Le sanzioni amministrative sono scattate per quattro unità da diporto, alcune sorprese a navigare entro la fascia dei 200 metri riservata alla balneazione con grave pericolo per i bagnanti presenti, altri due invece per irregolarità nell’esercizio dell’attività di locazione e noleggio.

Tutela dell’habitat ittico. Altrettanto stringenti sono stati i controlli effettuati al fine di assicurare la gestione sostenibile della risorsa ittica, il controllo della filiera di commercializzazione del pescato e la tutela del consumatore. In quest’ambito sono stati sanzionati due pescatori subacquei, uno dei quali sorpreso a pescare con le bombole all’interno della Riserva Naturale Orientata Isola Bella, in questi casi è scattato anche il sequestro di tutta l’attrezzatura utilizzata e del pescato. Due i verbali elevati per un importo totale di 2 mila euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti