Giuseppe Tornatore
Giuseppe Tornatore

Ventitré tra film, cortometraggi e documentari. Un premio Oscar al miglior film straniero, un Golden Globe, due Bafta, sei Nastri d’Argento e numerosi David di Donatello. La sua variegata produzione ha preso le mosse dalla Sicilia, da Nuovo Cinema Paradiso a Stanno tutti bene, da L’uomo delle stelle a Malena, fino a Baaria, per poi affacciarsi a una cinematografia di respiro internazionale con La leggenda del pianista sull’oceano, La sconosciuta, La migliore offerta e La corrispondenza. Una carriera stellare quella del regista Giuseppe Tornatore che il Festival internazionale del libro di Taormina ha voluto omaggiare con uno speciale Taobuk Award. Un premio ai trent’anni di carriera per la sua spiccata sensibilità rivolta alle storie e ai personaggi, alla cura estetica e alla ricerca formale.

Taobuk Award alla carriera. Durante la serata inaugurale della sesta edizione di Taobuk, condotta da Antonella Ferrara e Franco Di Mare, il regista siciliano è salito sul palco del Teatro Antico di Taormina per ricevere il Taobuk Award alla carriera raccontando il suo amore per il cinema: «Avevo otto anni quando ho sentito la chiamata. Non so se sia giusto chiamarla vocazione, ma li ho capito che era quello che volevo fare». Poi Tornatore si diverte a rivelare alcuni aneddoti legati alla sua carriera. Oltre a Tornatore lo scorso anno i Taobuk Award sono stati assegnati a due scrittori di fama internazionale, Michael Cunningham e Claudio Magris, e all’attore Leo Gullotta. L’artista di grande duttilità timbrica, capace di passare con eleganza dal comico al drammatico, ha ricevuto il Taobuk “Una vita per l’arte”.

Verso la VII edizione di Taobuk. Anche quest’anno ampio spazio sarà dedicato al cinema. Già nella serata inaugurale al Teatro Antico, sabato 24 giugno, verranno assegnati i riconoscimenti Taobuk Award 2017 a tre nomi importanti del cinema italiano: l’attore Luigi Lo Cascio riceverà il Premio “Una vita per l’Arte”, l’attore Christian De Sica il Premio come protagonista del film “Fräulein” e il regista Gianni Amelio il Taobuk Award per il film “La tenerezza”. Nella settima edizione dedicata al tema “Padri e Figli” ci sarà, inoltre, una sezione dedicata al cinema curata da Claudio Masenza, giornalista cinematografico, che vedrà tra i protagonisti la regista e scrittrice Cristina Comencini.

© Riproduzione Riservata

Commenti