«Ma a Taormina c’è o non c’è un sindaco? Perché non è stata presentata la relazione annuale del sindaco sull’attuazione del programma ai sensi dell’art. 17 legge regionale n. 7/1992?». L’interrogativo arriva dal leader di Sicilia Vera, Cateno De Luca, che non perde (l’ennesima) occasione per ribadire di voler diventare il prossimo sindaco di Taormina e lancia una nuova provocazione all’indirizzo dell’attuale primo cittadino Eligio Giardina, senza risparmiare nemmeno l’opposizione: «Ma la minoranza consiliare esiste o è connivente?».

La relazione “fantasma”. «Collega Giardina – afferma in un video De Luca -, avrei bisogno di avere conferma da parte tua se è vero che non hai fatto la relazione annuale di sindaco. Pare che tu non l’abbia fatta ma soprattutto che rispetto al programma sottoposto all’elettorato quattro anni fa tu non abbia fatto praticamente nulla. Esorto i consiglieri a richiedere con forza l’adempimento di una norma, anche perché dovendoti io sostituire tra un anno, se arriverai a completare il mandato, vorrei capire come stanno le cose». «Ad oggi – conclude De Luca – non riusciamo a renderci conto di quanto danno avete fatto sino ad adesso. Ti invito a rispettare le leggi regionali che disciplinano il nostro mandato e a mettere questo documento a disposizione del Consiglio comunale e della città, ma soprattutto per chi verrà dopo di te, cioè Cateno De Luca».

© Riproduzione Riservata

Commenti