La presidente della Fidapa di Taormina Paola Costa dipinge di rosso la panchina in memoria delle donne vittime di violenza
La presidente della Fidapa di Taormina Paola Costa dipinge di rosso la panchina in memoria delle donne vittime di violenza

Uccisa con quindici coltellate dal marito nella sua abitazione di Busto Arsizio. Diana è solo una delle ultime vittime di femminicidio. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla problematica della violenza sulle donne, la sezione Fidapa di Taormina, in collaborazione con l’associazione “Al tuo Fianco Onlus” presieduta dall’avvocato Cettina la Torre, ha organizzato la manifestazione “Una Panchina per la Vita”. Ieri alle 18.30 le socie della Fidapa di Taormina si sono date appuntamento alla Villa comunale consapevoli dell’importanza della cultura per contrastare la violenza sulle donne e il femminicidio. Da qui è partita una fiaccolata che attraversando il Corso Umberto è giunta in Piazza Padre Pio dove è stata dipinta di rosso una panchina. Rosso come il sangue versato dalle donne vittime di violenza ma anche simbolo di amore, di educazione all’amore e all’impegno contro tutti i tipi di violenza.

Due testimonianze di dolore e di speranza. Toccanti le parole di Vera Squadrito mamma di Giordana, ventenne ammazzata dall’ex fidanzato, e Giovanna Zizzo mamma di Laura, uccisa ad undici anni dal papà. Alla manifestazione hanno partecipato la Gip del Tribunale di Messina, Monica Marino, e il presidente dell’Ordine degli avvocati di Messina, Vincenzo Ciraolo. Presenti anche alcuni rappresentanti del Comune di Taormina, l’assessore Salvo Cilona ed i consiglieri comunali Graziella Longo e Piero Benigni. Un dibattito attuale ed interessante, ma allo stesso tempo carico di emozioni quando le due mamme hanno raccontato la loro storia, la loro esperienza. Loro condannate all’ergastolo della sofferenza che lottano con determinazione affinché agli aguzzini delle loro figlie e di tutte le vittime di femminicidio venga riconosciuta la giusta pena.

No alla violenza. La manifestazione si è arricchita con un omaggio dei danzatori Simona Leonardi ed Edoardo Privitera che si sono esibiti in una coreografia dal titolo “Solamente ieri sera” di Alessandra Scalambrino, talentuosa coreografa che fa parte dello staff dell’Associazione Danza di Taormina. Coreografia peraltro già presentata alla manifestazione “Io sto con le donne” lo scorso settembre a testimoniare la continuità di interesse verso quello che anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha definito “una piaga sociale” dei nostri giorni. Una problematica che coinvolge anche il comprensorio jonico, dove sono molte le donne che si rivolgono al Centro antiviolenza “Al tuo Fianco Onlus”, con sede a Furci Siculo, alla ricerca di un colloquio psicologico e di assistenza sociale e legale.

© Riproduzione Riservata

Commenti