Mauro Passalacqua, ex sindaco di Taormina
Mauro Passalacqua, ex sindaco di Taormina

«Mi sembra che anche in questo caso dei migranti il sindaco stia dando conferma del fatto che avoca a sé troppe decisioni. Forse pensa che dipenda tutto dal suo unico pensiero che può essere giusto o sbagliato ma che comunque va confrontato con altri». Lo afferma l’ex sindaco di Taormina, Mauro Passalacqua sulla questione dei 38 migranti che potrebbero a breve essere trasferiti nella Perla dello Ionio.

Scelte condivise e collegiali. «Qui la questione dei migranti – spiega Passalacqua – non è più un fatto umano ma affaristico. C’è business dietro questa gente disperata ed io mi voglio fermare al fatto umano. La decisione deve passare da scelte condivise e collegiali, non può essere il sindaco a decidere da solo se devono arrivare i migranti a Taormina. Lui per adesso amministra e ritiene di poter decidere da solo, ma non credo che le cose debbano funzionare in questo modo. Sono stato sindaco di Taormina e, paradossalmente, a me veniva rinfacciato l’esatto contrario e cioè il fatto di voler cercare la collegialità nelle scelte per il paese. Secondo alcuni era persino un segno di debolezza, ma era invece un rispetto delle Istituzioni e tra queste del Consiglio comunale».

Filtri preospedalieri. «Io potrei personalmente anche dire di sì ai migranti – continua Passalacqua – ma comunque dovrei passare dalla città, da una valutazione condivisa con gli altri. Il danno al turismo portato da 38 persone non lo vedo, anche perché c’è un numero di extracomunitari già altissimo a Taormina, ci sono persone ben integrate e che già lavorano senza dare alcun problema a nessuno. Il vero problema è che va fatta una riflessione seria. Anche nel campo medico in cui opero quotidianamente (da primario del Pronto Soccorso del San Vincenzo, ndr) occorrerebbe creare dei filtri pre-ospedalieri, prima cioè che arrivino in ospedale persone con malattie infettive mentre negli stessi spazi si trovano ad esempio donne incinta e bambini. Ci sono alcune città che, lo ripeto, hanno fatto un business sulla questione dei migranti, a Taormina si deve valutare tutti insieme cosa sia opportuno decidere sui migranti».

© Riproduzione Riservata

Commenti