Taormina - Palazzo Corvaja
Taormina - Palazzo Corvaja

Gli organizzatori della mostra “Van Gogh Multimedia Experience”, al momento rinviata dalla Bicubo Srl per le vicende di Palazzo Corvaja, hanno comunicato nelle scorse ore la propria posizione nel corso di un’apposita conferenza stampa. «Viene negato – si legge in una nota della Bicubo Srl – l’accesso alla mostra “Van Gogh Multimedia Experience” della Bicubo srl soggetto legittimato dagli atti amministrativi ad avere pieno titolo all’utilizzo di Palazzo Corvaja. Che cosa aspetta il Comune ad intervenire? La società Bicubo Srl risulta dagli atti amministrativi l’unico soggetto, a detta della stessa Amministrazione Comunale, ad avere le carte in regola per prendere pieno possesso del Palazzo Corvaja, giusta delibera della giunta comunale n° 41 del 18/11/2016 e successivo protocollo sottoscritto con l’ufficio competente Sig. Giovanni Coco in data 29/11/2016 ed affermato anche dal Segretario Comunale di Taormina Dott.ssa Rossana Carrubba. Purtroppo nonostante una regolare autorizzazione non è stato possibile per la Bicubo attivare l’apertura della mostra perché al momento dell’accesso l’8 giugno 2017 ore 6,30 il sito risulta ancora occupato da un soggetto terzo che sostiene di essere in possesso di regolare autorizzazione all’uso sino al 30 giugno 2017. Tutto questo sembra rocambolesco e pirandelliano come il Comune di Taormina, nonostante sostenga di condannare l’occupazione del sito da un soggetto non autorizzato, lascia in maniera irresponsabile scorrere i giorni senza nessuna presa di posizione pur riconoscendo di essere in difetto contrattuale con la società Bicubo Srl».

Ultimatum al Comune. «A causa di questa inadempienza contrattuale – continua la nota – la Bicubo non può dar luogo alla mostra programmata da mesi subendo ingenti danni economici e di immagine. Inoltre Bicubo intende precisare che la mostra dal nome “Van Gogh Multimedia Experience” è un progetto originale ideato ed elaborato dalla stessa Bicubo e non è mai stato fatto da noi nessun accostamento con altre mostre multimediali con lo stesso tema, compresa la mostra Van Gogh Alive». Bicubo chiarisce infine che «per la mostra “Van Gogh Multimedia Experience” non è necessario disporre di autorizzazioni o riconoscimento dei diritti sulla riproduzione delle opere di Van Gogh, in quando morto da oltre 75 anni le opere di Van Gogh sono di pubblico dominio come confermato dagli uffici della Siae di Roma sezione Olaf. Tutto questo va precisato e Bicubo si riserva di agire verso notizie forvianti e diffamatorie in merito a Bicubo e alla mostra “Van Gogh Multimedia Experience”. La società Bicubo resta in attesa di conoscere nell’arco di un paio di giorni le decisioni del Comune di Taormina e di poter in breve tempo avere accesso a Palazzo Corvaja ma questa volta sgombro da ogni cosa. Chiediamo scusa alle tante persone che avevano dato fiducia al progetto artistico culturale acquistato i biglietti ed organizzando in concomitanza una gita a Taormina per visitare la Mostra, con la speranza di potere comunicare a breve la nuova data dell’apertura».

© Riproduzione Riservata

Commenti