Orlando Russo al seggio
Orlando Russo al seggio

Orlando Russo si conferma sindaco di Castelmola al termine di una domenica di voto nella quale il primo cittadino uscente ha avuto unico e solo sfidante il quorum dei castelmolesi da portare alle urne. Alle ore 19.35 il momento cruciale, quando ai seggi allestiti in Comune è stato raggiunto il numero di 509 votanti su 1017 aventi diritto al voto. Alla fine sono andati a votare in 706. La rielezione di Russo a sindaco era in pratica una questione puramente formale sin dalle ore 12 del 17 maggio scorso quando alla chiusura dei termini di presentazione delle liste per le elezioni, il sindaco in carica era stato l’unico a scendere in campo con i suoi dieci candidati al Consiglio comunale. Il leader di “Castelmola Città Futura” che era stato eletto sindaco nel 2012 adesso governerà Castelmola sino al 2022 e lo farà con una vera e propria “autostrada” politica davanti a sé visto che non ci sarà neppure una minoranza in Consiglio comunale. Tra i banchi del Civico consesso siederanno soltanto i 10 candidati che erano in lista con Russo: Alibrandi Bartolomeo, Cacopardo Eleonora, D’Allura Fabio, D’Ambra Rossana, Intelisano Lisa, Massimiliano Pizzolo, Raneri Giuseppe, Siligato Nicolò detto Nicola, Sterrantino Rosario e Turrisi Massimo.

Russo contro Russo. L’incredibile assenza di un rivale per la sindacatura ha spianato la strada a Russo che necessitava soltanto di portare ai seggi il 50 per cento degli aventi diritto più un voto. Superata senza problemi poi anche la soglia dei voti validi. «Ove sia stata ammessa e votata una sola lista – si legge all’art. 40 del decreto presidenza della Regione n. 3 del 1960 (e successive modifiche ed integrazioni) – si intendono eletti i candidati compresi nella lista, purché essa abbia riportato un numero di voti validi non inferiore al 50% dei votanti e il numero dei votanti non sia stato inferiore al 50% degli elettori iscritti nelle liste elettorali del Comune». Russo riparte dal dato record degli oltre 30 milioni di euro di finanziamenti che è riuscito a far arrivare a Castelmola nella sua prima legislatura.

© Riproduzione Riservata

Commenti