Taormina - Palazzo Corvaja
Taormina - Palazzo Corvaja

Finisce in Procura ed intanto anche nelle aule del Tar di Catania la vicenda delle due mostre autorizzate dal Comune di Taormina nello stesso periodo a Palazzo Corvaja. La Beni Culturali Srl, organizzatrice della mostra Unescosites, ha infatti presentato ricorso al tribunale amministrativo etneo nei confronti del Comune di Taormina, contestando con apposita istanza la validità e quindi l’efficacia del verbale di consegna del Palazzo Corvaja fatto redigere dagli uffici municipali il 7 giugno scorso, ed al contempo contesta anche la validità della delibera di Giunta con la quale è stato concesso Palazzo Corvaja ad un’altra mostra, la “Van Gogh Multimedia Experience” a cura della Bicubo Srl (delibera di Giunta n. 41 del 18/11/2016). La Beni Culturali lamenta anche di essersi fatta carico delle spese di ristrutturazione e miglioramento dello spazio, «anticipando ben 52 mila euro che ancora non sono stati rimborsati». Nella giornata di lunedì, adesso, il Comune nominerà un legale per resistere al Tar contro il ricorso in oggetto.

Bicubo incontra la stampa. E in queste ore è in fermento anche la Bicubo Srl, organizzatrice della mostra “Van Gogh Multimedia Experience”, che dopo aver annullato la prevista inaugurazione dell’evento per l’11 giugno ora terrà una conferenza stampa nella giornata di lunedì 12 giugno per fare il punto sulla vicenda e sta valutando a sua volta l’avvio delle proprie azioni legali. Anche nel caso della Bicubo Srl potrebbe arrivare una pesante richiesta di risarcimento danni nei confronti del Comune. Una strada analoga a quella che, sulla base di altri presupposti, si è già avviata ad intraprendere contro il Comune la Beni Culturali Srl, che intanto sta proseguendo la mostra “Unescosites – Italian Heritage and Arts” a Palazzo Corvaja.

Atti in Procura. Il Comune di Taormina si ritrova, insomma, tra “due fuochi”, in una querelle che potrebbe presto esporre le casse comunali ad un doppio contenzioso. Intanto la segretaria generale del Comune, Rossana Carrubba, ha trasmesso gli atti inerenti il “pasticcio” di Palazzo Corvaja al Comandante della Polizia municipale, Agostino Pappalardo, “per opportuna conoscenza”, “nella qualità di funzionario di Polizia Giudiziaria per gli eventuali profili di competenza”.

© Riproduzione Riservata

Commenti