L'assessore al Turismo di Taormina Salvo Cilona e il sindaco di Castelmola Orlando Russo
L'assessore al Turismo di Taormina Salvo Cilona e il sindaco di Castelmola Orlando Russo

Dalle parole ai fatti, la “guerra fredda” tra i Comuni di Taormina e Castelmola diventa un vero e proprio braccio di ferro e si trasferisce nelle aule di tribunale. È già stato, infatti, predisposto e depositato il ricorso al Tar di Catania con il quale l’Amministrazione di Castelmola chiede la sospensiva del decreto con il quale la Regione ha autorizzato la rimodulazione delle corse per i bus turistici prevedendone soltanto 12 al giorno nel territorio di Castelmola. La Perla dello Ionio vuole limitare i passaggi e le fermate nel proprio centro storico e di riflesso questo sta determinando una drastica limitazione anche dei flussi per Castelmola. Ed è una riduzione che viene ritenuta devastante nel borgo turistico per i flussi che si registravano invece sino allo scorso anno quando le corse quotidiane con i bus scoperti erano ben 57.

Russo all’attacco. «Qualcuno pensava che ci saremmo fermati alle sole dichiarazioni a mezzo stampa ma si sbagliava – spiega il sindaco Orlando Russo – ma evidentemente la vicenda è troppo grave e non potevamo rimanere con le mani in mano. Per questo ho dato subito mandato ad un legale per procedere nei confronti del decreto regionale che, su indicazione del Comune di Taormina, riduce da 57 a 12 le corse dei bus turistici, una riduzione che è inaccettabile e non ha motivo da esistere. Contrasteremo in ogni modo quei tagli, in ogni sede possibile ed intanto con il ricorso presentato al Tar di Catania». Poi Russo aggiunge: «A casa nostra non ci faremo imporre nessun provvedimento da nessuno, ho il dovere di salvaguardare l’economia e il turismo del nostro paese».

La replica di Cilona. E ai ferri corti sono giunti soprattutto i rapporti tra lo stesso Russo e l’assessore al Turismo di Taormina, Salvo Cilona: «D’ora in poi se ci saranno problematiche da discutere parlerò soltanto con il sindaco di Taormina». E non si è fatta attendere la replica dell’assessore al Turismo di Taormina, Salvo Cilona. «Non capisco – afferma Cilona – il perché di questo accanimento personale nei miei confronti da parte di Russo e per quanto mi riguarda non ho mai fatto di questa o altre problematiche una questione personale come vorrebbe far trasparire invece il sindaco di Castelmola. Intanto le ordinanze sono sindacali quindi non le faccio io. Vorrei soprattutto sottolineare per ristabilire la pura verità che le corse non sono state tagliate da 57 a 25 come lui sostiene e sono per l’esattezza ora 24, di cui 12 per Tpl (Trasporto pubblico locale) e 12 con bus scoperti. La nuova disposizione prevede una giusta copertura dei servizi sul territorio e garantisce i collegamenti con 2 corse all’ora. Quindi non è mai esistita la volontà di penalizzare Castelmola». «Russo – conclude Cilona – afferma che non parlerà più con me? Io ho sempre sostenuto che lui debba interloquire con il sindaco di Taormina e semmai non riesco a capire perché da un lato mi attacca e dall’altro per risolvere poi ogni cosa contatta me».

© Riproduzione Riservata

Commenti