Rossana Carrubba, Segretaria generale Comune di Taormina
Rossana Carrubba, Segretaria generale Comune di Taormina

«Un ordine del giorno del consigliere comunale Eugenio Raneri ha rappresentato il 12 maggio scorso che la concessione in uso degli immobili comunali di pregio storico e artistico avviene senza criteri predeterminati. Nell’odg venivano segnalati casi specifici di concessione in uso di alcuni immobili, non assistite dai necessari provvedimenti amministrativi. La problematica è stata attenzionata dalla scrivente, che ha ritenuto necessario e doveroso formulare una nota ai Responsabili dell’Area Servizi alla Persona e Area Territorio ed Ambiente, entrambi competenti per i vari profili che attengono alla gestione degli immobili in questione». Lo scrive la segretaria generale del Comune di Taormina, Rossana Carrubba in una lettera trasmessa alla presidenza del Consiglio comunale e ai consiglieri comunali.

Principio di imparzialità. «In particolare – scrive la dott.ssa Carrubba – si è verificato che la concessione in uso temporaneo a terzi, degli immobili di interesse storico ed artistico, che appartengono al patrimonio indisponibile del Comune, è avvenuta nel tempo in assenza del necessario provvedimento amministrativo di concessione, determinando le criticità illustrate nella nota predetta. È altresì necessario che l’ente disciplini, attraverso un apposito regolamento, i criteri per la concessione temporanea a terzi degli immobili, allo scopo di razionalizzare l’uso dei beni facenti parte del demanio, del patrimonio indisponibile e del patrimonio disponibile dell’ente, disincentivando così il verificarsi di casi di occupazione senza titolo dei beni medesimi e garantendo il loro utilizzo a fini collettivi e/o la vendita a soggetti, sia pubblici che privati, per perseguire l’interesse pubblico nel rispetto dei principi di imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione».

Bozza di regolamento. «A tal proposito – conclude la segretaria generale – la bozza di regolamento per l’uso dei palazzi storici comunali adibiti a manifestazioni di carattere culturale è in fase di esame da parte della scrivente, che provvederà ad inviare il regolamento al Responsabile di Area competente per la predisposizione della proposta di deliberazione consiliare e conseguente trasmissione della stessa al Presidente del Consiglio comunale, per l’avvio dell’iter di convocazione del Consiglio comunale».

© Riproduzione Riservata

Commenti