Un bus turistico a Castelmola
Un bus turistico a Castelmola

«Il Comune di Taormina vuole tagliare le corse dei bus turistici che arrivano a Castelmola da 57 a 12 corse. È inaudito, è inaccettabile, è stato superato qualsiasi limite». La reazione è del sindaco Orlando Russo che spiega per quale motivo nelle scorse ore ha volutamente disertato la riunione convocata dall’assessore Salvo Cilona a Palazzo dei Giurati con le quattro società operative nel territorio per il settore dei bus turistici scoperti. Russo ribadisce che non parteciperà ad altre riunioni «sino a quando Taormina, e nello specifico l’assessore, vorrà imporre dei tagli assurdi e ai quali reagiremo nelle sedi opportune».

È braccio di ferro. «La convenzione che ci viene proposta – spiega Russo – è un atto illegittimo e lo impugnerò nella sede opportuna, al Tar di Catania. Ci eravamo incontrati qualche tempo fa col collega sindaco Eligio Giardina e avevamo trovato un punto di incontro sulla necessità di non penalizzare il nostro territorio. È un fatto che però l’assessore non ha mai recepito, io resto pronto a una soluzione risolutiva condivisa ma solo se verrà salvaguardato il turismo e l’economia del nostro territorio. Lo scorso anno, lo ribadisco, c’erano 57 corse e ho proposto che fossero ridotte mantenendone comunque almeno 25 ma l’assessore ne vuole addirittura lasciare soltanto 12. È una proposta pazzesca, che ci fa rabbrividire al solo pensiero». «Non ci sono enti che possono porre dei limiti su quanto riguarda i flussi turistici per il Comune di Castelmola. Il buon senso ci porterà a ragionare e non vogliamo litigare con gli amici di Taormina ma se bisogna mettersi d’accordo non esiste che si debba penalizzare Castelmola».

© Riproduzione Riservata

Commenti