Il capogruppo di
Il capogruppo di "ProgettiAmo Taormina", Pinuccio Composto, durante il suo intervento in Consiglio comunale

Pinuccio Composto torna all’attacco dell’Amministrazione e si sofferma con toni duri sullo scenario che si è prospettato a seguito delle dimissioni date dal vicesindaco Mario D’Agostino. «D’Agostino ha fatto un comunicato – spiega il capogruppo di “ProgettiAmo Taormina” – dove ha messo un po’ di politica e un po’ di personale. Ovviamente sugli aspetti personali non entro nel merito, e mi soffermo solo su quelli politici: quello che voleva realizzare con la sua presenza in Giunta l’assessore non è stato raggiunto, è del tutto evidente. Non so se no ci sia riuscito per incapacità sua o dell’Amministrazione che non gli ha permesso di fare quello che voleva fare. Sicuramente non credo che Giardina e D’Agostino si parlassero tanto».

Il punto esclamativo. «Sulla mostra di Palazzo Corvaja – incalza Composto – il sindaco sostiene che non sapeva e allora o siamo in presenza di uno “scaricabarile” o di una Giunta che si parlava poco. Di certo le dimissioni di D’Agostino sono state l’ultima goccia tra le tante di un vaso che è traboccato da un pezzo. È il punto esclamativo sul fallimento di un’Amministrazione che non ha realizzato nulla di quello che aveva promesso ai suoi elettori». «Cosa dovrebbe fare il sindaco sulla sostituzione di D’Agostino? Io dico solo – continua Composto – che a questo punto il sindaco dovrebbe andare a casa. Lo ribadisco: questo è il fallimento politico di un Amministrazione. Il sindaco ha cambiato tantissimi assessori, il sindaco ha lanciato la sua ricandidatura ma intanto perde pezzi».

© Riproduzione Riservata

Commenti